Mutui green: cosa sono e come funzionano

Il mutuo green è una forma di finanziamento a condizioni agevolate destinato a migliorare l’efficienza energetica di un’abitazione. Sul mercato immobiliare il concetto di mutuo green è relativamente recente ma ci si aspetta che negli anni a venire sempre più italiani siano interessati ad una casa ecologica.

Chi intende acquistare una casa green, ovvero con classe energetica elevata, potrà fruire di alcune agevolazioni da parte di alcuni istituti di credito. Vediamo perché i mutui green sono convenienti e a quali condizioni si possono richiedere.

Che cos’è un mutuo green

Con il termine mutuo green si fa riferimento ad un mutuo concesso dagli istituti di credito a condizioni più vantaggiose rispetto ad un mutuo ipotecario tradizionale. Siamo di fronte ad un finanziamento finalizzato all’ottenimento di una casa che garantisca un risparmio energetico e un minor impatto ambientale.

L’obiettivo è incentivare le energie rinnovabili e investire maggiormente nel campo dell’edilizia sostenibile.

Quali sono i requisiti per ottenere un mutuo green

Per ottenere un mutuo green sono necessarie condizioni specifiche. I requisiti concernono l’edificio che si acquista o si ristruttura con il finanziamento concesso dalla banca.

Il mutuo che viene erogato deve essere necessariamente finalizzato a:

  • Acquistare un’abitazione in classe energetica A o B;
  • Costruire una nuova casa in base ai principi della bioedilizia;
  • Ristrutturare un immobile già esistente eseguendo una serie di interventi che implichino un miglioramento energetico dell’abitazione di almeno il 30%.

Quali sono i vantaggi di un mutuo green

I mutui green sono offerti dalle banche a condizioni di favore poiché:

  • al mutuo viene applicato un tasso di interesse più basso;
  • gli spread delle banche sono inferiori;
  • sconti ulteriori vengono praticati ai clienti della banca;
  • la copertura finanziata va dall’80% al 100% del valore dell’immobile;
  • Il piano di rimborso avrà una durata variabile in base alla banca considerata.

Oltre ai tassi più favorevoli (che possono essere sia fissi che variabili) le banche infatti spesso sono propense a concedere ai propri clienti altri benefit. Si pensi alla riduzione delle spese di istruttoria, alle pratiche per la certificazione energetica concesse gratuitamente nonché agli sconti sulle polizze assicurative. Per coloro che fanno richiesta di un mutuo al fine di rendere green la propria abitazione i vantaggi non sono finiti.

Un’abitazione che presenta un’elevata efficienza energetica ha maggior valore sul mercato, risulta più facilmente vendibile e si rivaluta nel tempo. Anche qualora venga concessa in locazione, si potranno ricavare maggiori profitti. In ultimo, aspetto non di poco conto, si potrà conseguire, grazie alle soluzioni energetiche adottate all’interno della propria abitazione, un risparmio nella bolletta elettrica che si traduce in un vantaggio economico per il proprietario. Da ricordare che gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica sono agevolati dal Governo grazie agli incentivi fiscali ormai prorogati da anni, quali il Bonus ristrutturazione, l’Ecobonus o Superbonus 110%.

Mutuo green in caso di acquisto: documenti necessari

Per poter accendere un mutuo green al fine di acquistare una casa ecologica sono necessari i seguenti documenti:

  • il documento di identità;
  • il codice fiscale;
  • la documentazione relativa al reddito del richiedente;
  • il documento catastale dell’immobile acquistato;
  • l’attestato di certificazione energetica comprovante la classe di appartenenza dell’immobile (APE);
  • eventuali altri documenti che certifichino l’eco compatibilità dell’immobile.

Mutuo green in caso di ristrutturazione

I mutui green ristrutturazione, sono mutui concessi a condizioni agevolate al fine di finanziare le spese connesse ai lavori di ristrutturazione. In tal caso, oltre ai documenti che sono necessari in caso di mutuo tradizionale, si dovrà presentare un preventivo di spesa e dimostrare che, a seguito degli interventi realizzati, si migliorerà l’efficienza energetica dell’immobile di almeno il 30%, così come previsto dalla normativa europea.

Tra gli interventi possibili per rendere la propria casa più ecologica si segnalano:

  • La sostituzione degli infissi volti a migliorare l’isolamento termico dell’abitazione;
  • Interventi di isolamento termico dell’involucro dell’immobile come ad esempio il cappotto;
  • Installazione di pannelli solari con riduzione dell’impatto ambientale;
  • installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici;
  • Rifacimento degli impianti elettrici.

Insomma, si dovrà mettere in atto una vera e propria opera di restyling al fine di ridurre le dispersioni energetiche e conseguentemente i consumi della propria abitazione. Il risultato sarà un immobile ad alta efficienza energetica le cui prestazioni verranno notevolmente migliorate.

Mutui green per costruzioni bioedilizia

Alcuni istituti di credito erogano mutui a condizioni vantaggiose al fine di finanziare i costi necessari per costruire una casa secondo i principi della bioedilizia. Si tratta di abitazioni a basso impatto per le quali solitamente il mutuo viene concesso a stato di avanzamento dei lavori.

In tal caso si dovrà presentare, oltre al preventivo in merito ai costi da affrontare anche la documentazione attestante l’eco sostenibilità della nuova costruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts