18 Luglio 2022, 12:16

Agosto è alle porte e per molti sarà tempo di vacanze; tanti altri invece dedicheranno parte delle ferie ai lavori di ristrutturazione o di miglioramento della propria casa. Ci siamo quindi chiesti quali sono le agevolazioni fiscali da sfruttare per l’estate 2022?

Esistono infatti bonus per chi vuole installare condizionatori, cambiare le tende da sole e mettere le zanzariere nelle proprie abitazioni.

Incentivato dunque anche per quest’anno l’acquisto di dispositivi volti a rinfrescare la casa o a mettersi al riparo da insidiosi insetti.

Bonus zanzariere

Per far fronte alle fastidiose zanzare che affliggono un po’ tutti durante la stagione estiva è stato messo a punto il bonus zanzare. Si tratta di un incentivo fiscale che consente di detrarre i costi per l’acquisto di zanzariere da installare alle finestre della propria abitazione.

Nello specifico si tratta di una detrazione pari al 50% del costo sostenuto per acquistare e installare questi dispositivi che impediscono alle zanzare – ma anche a molti altri fastidiosi insetti – di entrare in casa.  

Le zanzariere possono essere installate alle finestre o alle porte finestre e dovranno essere dotate di schermature solari o di dispositivi oscuranti.

A tutti gli effetti il bonus zanzare è connesso ad interventi di riqualificazione energetica; quindi, per poterne beneficiare, è necessario che le zanzariere riducano anche la luce solare.

L’installazione delle zanzariere, con le caratteristiche sopra evidenziate, può essere ricondotta anche nell’ambito di applicazione del Superbonus 110%. Anche in questa ipotesi è necessario rispettare i- ve ne siano i requisiti.

L’installazione delle zanzariere potrà essere considerato un intervento trainato che beneficerà della maxi detrazione solo se eseguito in abbinamento ad un intervento trainante (principale) di isolamento termico o idoneo a ridurre il rischio sismico delle abitazioni.

Vista la necessità di alcuni requisiti tecnici per poter beneficiare del Bonus zanzariere, sarà necessario effettuare la comunicazione all’Enea alla quale il contribuente dovrà provvedere entro 90 giorni dall’ultimo lavoro effettuato.

Bonus condizionatori

Nonostante la politica improntata al risparmio energetico, il governo ha deciso di confermare per l’estate 2022 il bonus condizionatori che consentirà agli italiani di passare l’estate al fresco considerato il caldo torrido che imperversa da tempo su tutta la penisola.

Chi potrà beneficiare del bonus condizionatori e a quanto ammonta la detrazione?

Potranno utilizzare il bonus condizionatori coloro che acquisteranno un nuovo condizionatore ma anche coloro che vorranno sostituire quello già esistente con uno a pompa di calore o a risparmio energetico, appartenente cioè ad una classe energetica migliore di quello precedente.

La somma pagata per l’acquisto e l’installazione potrà essere detratta al 50% nel caso in cui l’intervento sia riconducibile al bonus ristrutturazioni o al bonus mobili. Nel caso del bonus mobili sarà necessario rispettare un limite di spesa pari a 10.000 euro per il 2022 e di 5.000 euro per gli anni 2023 e 2024. La condizione necessaria per beneficiare del bonus è l’acquisto di un condizionatore di classe energetica A+.

Si potrà arrivare alla detrazione pari al 65% se ci sono le condizioni tecniche per far rientrare l’acquisto e l’installazione nell’ambito dell’ecobonus. In questo caso occorrerà tener conto del fatto che l’importo massimo di spesa detraibile sarà pari a 46.154 euro da suddividere in 10 quote annuali aventi identico importo.

Ricordiamo che, come per tutti gli interventi rientranti nell’ecobonus, si potrà usufruire, in alternativa alla detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi, anche di uno sconto immediato nella fattura o della cessione del credito. Queste ultime non sussistono in caso di bonus mobili.

Bonus tende

Veniamo al terzo dei bonus previsti per l’estate 2022. Con il bonus tende, confermato nella Legge di Bilancio 2022, si potrà acquistare e installare tende da sole o veneziane usufruendo di una detrazione fiscale pari al 50%.

C’è di più: si potrà beneficiare dell’agevolazione fiscale per l’acquisto di schermature solari o strutture mobili oscuranti anche una volta passata l’estate. Il termine ultimo è stato fissato infatti per il 31/12/2022.

Anche in questo caso per usufruire del bonus occorre rispettare dei requisiti; l’intervento deve essere ricondotto nell’ambito di un intervento di riqualificazione energetica.

Potranno beneficiarne i proprietari di singole unità immobiliari oppure i condomini qualora le schermature solari siano poste a protezione di parti comuni dell’edificio condominiale. Il limite di spesa previsto è pari a 60.000 euro.

Nello specifico, il bonus è valido per tende da sole, veneziane, tende a rullo e tende a bracci, persiane, avvolgibili e tapparelle.

Non basta acquistare e installare una tenda da sole per poter portare in detrazione la spesa. Al fine di beneficiare del bonus infatti il dispositivo che protegge dai raggi solari dovrà essere munito di certificazione idonea a dimostrare la riduzione del calore all’interno dell’abitazione.

Anche il bonus tende può prevedere una detrazione pari al 110% qualora costituisca un intervento trainato da abbinare ad un intervento per il quale viene riconosciuto il Superbonus. Trovi ulteriori approfondimenti sul bonus tende in questo articolo.

Tutti i bonus elencati non prevedono limiti Isee.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’