Superbonus 110%: le ultime novità

Ecco le ultime novità normative e fiscali sul tema Superbonus 110%.

Proroga dei termini

L’orientamento legislativo è quello di ampliare le maglie applicative del bonus. A questo proposito, è stata ampliata la finestra temporale all’interno della quale l’agevolazione è applicabile: il termine del 31/12/2021 è stato esteso alle spese sostenute fino al 30 Giugno 2022. Col nuovo termine la detrazione è da ripartire in questo modo:

  • 5 quote annuali di parti importo per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021
  • 4 quote annuali di pari importo, per parte di la spesa sostenuta nel 2022

Novità: ulteriore proroga dei termini (condizionata) per i condomini

Per favorire specialmente i condomini di grosse dimensioni, che potrebbero avere delle difficoltà nel rispettare il termine ed ultimare i lavori entro la scadenza del 30 Giugno 2022, si determina che: se entro quella data almeno il 60% dell’intervento complessivo risulti realizzato, allora il Superbonus 110% spetterà anche per le spese effettuate entro il 31 Dicembre 2022.

Novità interventi trainanti

Sono stati ammessi tra gli interventi trainanti anche gli interventi di coibentazione del tetto, a prescindere dalla presenza o meno di un sottotetto riscaldato.

Ampliato concetto di indipendenza funzionale

Questa novità riguarda, ad esempio, le villette bifamiliari. Se fino a poco tempo fa solo le villette bifamiliari funzionalmente indipendenti – cioè che avessero impianti di proprietà esclusiva – avevano accesso all’agevolazione, con l’obiezione che tale casistica in questa tipologia di immobili non si verifica quasi mai (anzi, gli impianti sono spesso in condivisione con la villetta adiacente), da ora il concetto di indipendenza funzionale è stato ampliato.

Un’unità immobiliare è funzionalmente indipendente se è dotata di almeno tre delle seguenti installazioni:

  • impianti per l’approvvigionamento idrico
  • impianti per la corrente elettrica
  • impianti per il gas
  • impianto di climatizzazione invernale

Sei un agente immobiliare? Scopri di più sui nostri servizi:

Wikicasa Premium: per una strategia web a 360° per i tuoi immobili

Wikicasa Lite: l’abbonamento di visibilità leggero

Estensione condizionata agli edifici privi di APE

L’estensione del Superbonus 110% agli edifici privi di APE – perché sprovvisti di copertura, di uno o più muri perimetrali, o di entrambi – è prevista purché al termine degli interventi questi ultimi raggiungano una classe energetica di fascia A (il requisito generale, invece, prevede il miglioramento della classe energetica di almeno 2 fasce, senza obbligo di raggiungere la fascia più alta).

Nuovi interventi trainati

Tra gli interventi trainati – ovvero quelli che possono beneficiare del Superbonus se eseguiti congiuntamente con i cosiddetti ‘interventi trainanti’ – vengono inseriti anche quelli volti all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Estensione dei soggetti beneficiari

Vengono inclusi tra i soggetti beneficiari del Superbonus anche le persone fisiche con riferimento ad interventi realizzati su edifici costituiti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts