Accelerazione dei servizi digitali passando per trasparenza e sicurezza

In previsione anche il raddoppio dell’organico

Milano, 5 aprile 2022 – Wikicasa chiude un round di raccolta di 3 milioni di euro per accelerare il trend di crescita degli ultimi anni. L’investimento è volto a rafforzare il posizionamento di Wikicasa come progetto di sistema per i professionisti di settore e lo sviluppo di servizi digitali per gli utenti finali.

Il round è stato sottoscritto dagli attuali soci, tra cui figurano i maggiori 4 gruppi immobiliari italiani per numero di agenzie sul territorio: il Gruppo Gabetti – con le reti Gabetti Franchising, Grimaldi e Professionecasa – Re/Max, Tecnocasa Group – con le reti Tecnocasa e Tecnorete – e Tempocasa.

L’obiettivo del progetto rimane quello di fornire, attraverso il canale digital, un maggior livello di qualità e di trasparenza delle informazioni, per agevolare compravendite e locazioni. Nel 2021 sono stati circa 13 milioni gli utenti unici che si sono rivolti a Wikicasa per cercare un immobile in vendita o in affitto.

Wikicasa mira a migliorare ulteriormente gli standard di qualità nel campo delle informazioni immobiliari, combinando algoritmi automatizzati con verifiche da parte di operatori specializzati. Sulle offerte immobiliari, raccolte in tempo reale, vengono costantemente effettuati screening per individuare potenziali annunci fuorvianti per l’utente: ad esempio annunci di immobili già venduti o affittati, o con posizione geografica che non corrisponde a quella reale o ancora annunci con dati parziali e incompleti. I big data raccolti vengono inoltre utilizzati per fornire valutazioni e quotazioni immobiliari sempre più precise alla clientela e per supportare i diversi operatori della filiera nei loro processi decisionali ed operativi: dalla valutazione alla pianificazione, passando dalla costruzione fino alla commercializzazione.

Wikicasa prevede di raddoppiare l’organico nei prossimi 18 mesi, per accompagnare la crescita a doppia cifra di ricavi e quote di mercato: figure come business analyst, data scientist, front-end, back-end e mobile developer si affiancheranno agli oltre 40 dipendenti – con età media 27 anni – che già operano nelle sedi di Milano e Genova. Candidature sul sito: https://www.wikicasa.it/lavora-con-noi.

“Dopo questo round ne seguiranno altri”, spiega Pietro Pellizzari, Ceo di Wikicasa. Abbiamo raccolto manifestazioni d’interesse da parte di primari operatori del settore che considerano sempre più strategico non solo acquistare tecnologia ma investirci direttamente. L’intermediazione, la consulenza e l’erogazione di servizi tecnici passano sempre di più dal canale digital e noi ci poniamo come partner per il loro sviluppo”.

 “Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti da Wikicasa”, dichiara Marco Speretta, Direttore Generale di Gabetti – “siamo stati il primo player immobiliare ad investire nella società e a sostenere che la partecipazione di altri gruppi fosse fondamentale per realizzare un ambizioso progetto di sistema.”

“Le società leader del settore hanno l’obbligo di mirare ad offrire i migliori standard qualitativi al mercato. Wikicasa rappresenta la piattaforma ideale nella quale crediamo sia possibile fare ciò, digitalizzazione e innovazione contraddistinguono il nostro network in tutto il mondo.” Aggiunge Dario Castiglia, CEO di RE/MAX Italia.

“Wikicasa” – afferma Alessandro Caglieris, CEO di Tecnomedia, società di servizi del Gruppo Tecnocasa“rientra nella nostra strategia omnicanale, vogliamo infatti supportare il cliente nel processo di ricerca immobiliare online con un’esperienza digitale più sicura, affidabile e trasparente.”

“Crediamo nella crescita di Wikicasa: i professionisti devono fornire strumenti sempre più evoluti e differenziali per garantire valore aggiunto alla clientela finale nel processo di commercializzazione che vede nel web il primo canale di contatto.” Conclude Valerio Vacca, Direttore Comunicazione e Marketing di Tempocasa.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’