Tutti i tipi di contratto di locazione. I pro e i contro di ogni tipologia

Per la scelta della tipologia del contratto di locazione, proprietari e inquilini possono optare per diverse tipologie di contratto. Allora qual è il contratto che fa al caso tuo? Studiamo le differenti possibilità e analizziamo i pro e i contro di ognuna.

Tutti i tipi di contratto di affitto. I pro e i contro di ogni tipologia

1. Contratto di affitto a canone libero

Questo contratto ha una durata minima di 4 anni e permette alle parti di decidere autonomamente l’entità del canone di affitto. Dopo la prima scadenza, vi è il rinnovo automatico di altri 4 anni salva la possibilità per il locatore di disdire il contratto per motivi specificatamente previsti dalla legge. Per esempio, perché necessita personalmente di usufruire dell’immobile o perché vuole venderlo. In questo caso, il proprietario deve inviare la lettera di disdetta al conduttore almeno 6 mesi prima della scadenza dei primi 4 anni. Dopo i primi 8 anni, anche il locatore potrà analogamente procedere con l’invio della lettera raccomandata, almeno 6 mesi prima della scadenza, per avvalersi della disdetta prevista dalle norme. Le normative di rifermento per abitazione di uso locativo sono disciplinate dalla legge 431 del 98 e successive modifiche e integrazioni. Il conduttore può invece recedere dal contratto in qualsiasi momento, per gravi motivi previsti dalla legge, dando preavviso almeno 6 mesi prima. É possibile anche prevedere una clausola che permette ai conduttori di recedere anticipatamente a prescindere dai gravi motivi. Questa tipologia è consigliata nel caso si stia cercando una casa fissa e si ha la sicurezza di non trasferirsi per molto tempo.

Tutti i tipi di contratto di locazione. I pro e i contro di ogni tipologia

 2. Contratto di affitto a canone concordato

 La caratteristica di questo contratto è che il canone viene determinato dal comune ad alta intensità abitativa (le associazioni rappresentative dei proprietari e degli inquilini). Sono stati stabiliti dei parametri sulla base della tipologia e stato dell’immobile che permettono di calcolare l’ammontare del canone di locazione. Il contratto a canone concordato garantisce anche dei benefici a livello fiscale per i locatori in modo da incentivarne la stipula (Irpef, Imu, Imposta di registro). Inoltre, per i conduttori sono previste varie detrazioni a seconda del soggetto e del tipo di contratto. Dopo i primi 3 anni è possibile rinnovare il contratto anche con nuove condizioni. É prevista inoltre una proroga per i successivi due anni. Dopo questi due anni, il contratto si rinnova di altri due. Il conduttore può sempre recedere con raccomandata con ricevuta di ritorno almeno sei mesi prima della data di scadenza.

Tutti i tipi di contratto di locazione. I pro e i contro di ogni tipologia

3. Contratto di locazione transitorio

Questi contratti sono stati pensati per soddisfare le esigenze di locatari e locatori che cercano locazione con una durata “transitoria”, non inferiore a un mese e non superiore a 18 mesi. Dopo la scadenza del contratto, la locazione viene considerata conclusa senza bisogno di effettuare nessun tipo di comunicazione, salva la volontà di prolungarne la durata. Vi è l’onere contrattuale di prevedere una specifica clausola per evidenziare l’esigenza transitoria in riferimento agli accordi territoriali del locatore e conduttore, con apposita documentazione. Il canone viene determinato entro i valori minimi e massimi stabiliti dagli accordi territoriali. Il contratto transitorio può essere un’ottima scelta per coloro che devono trasferirsi temporaneamente per lavoro o per studio, in quanto è possibile disdire in ogni momento, sempre tenendo conto dei motivi di transitorietà previsti dall’accordo.

Tutti i tipi di contratto di locazione. I pro e i contro di ogni tipologia

 4. Contratto transitorio per studenti

Il contratto transitorio per studenti ha una durata che va dai 6 ai 36 mesi e può essere stipulato dove ci sono sedi principali e secondarie universitarie e altre scuole specialistiche. È un’opzione che può essere considerata da uno studente, da gruppi di studenti fuori sede o dalle aziende per il diritto allo studio. È onere del locatore assicurarsi che il soggetto sia davvero uno studente, richiedendo i documenti che lo attestano. Il canone viene determinato seguendo la stessa modalità del canone concordato, secondo accordi territoriali.

Tutti i tipi di contratto di locazione. I pro e i contro di ogni tipologia

5. Contratto di comodato d’uso

 È un contratto a titolo essenzialmente gratuito che viene stipulato per concedere l’uso di un immobile per un determinato tempo o per una determinata finalità vincolando il comodatario alla restituzione. È necessario che sia sempre chiara la durata del comodato e, nel caso di comodato a tempo indeterminato, il comodatario dovrà restituirla nel momento in cui il comodante ne faccia esplicita richiesta invocando la necessità.

Tutti i tipi di contratto di locazione. I pro e i contro di ogni tipologia

Vuoi sapere come funziona la registrazione del contratto di affitto? Scopri tutti dettagli in questo articolo: Scopri come funziona la registrazione del contratto di affitto

One Comment

  • alberto

    B.GIORNO. vorrei stipulare un contratto di 11 mesi di durata.
    E’ necessaria la vidimazione di una associazione di categoria per questo tipo di contratto ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts