12 Settembre 2022, 11:48

Milano, città in continua evoluzione, prosegue la sua trasformazione senza sosta. Sono molti gli architetti che presentano progetti innovativi per la riqualificazione della Città. Tra le vie di Milano è possibile individuare cantieri in costruzione ad ogni angolo e nuovi edifici moderni e di design.

In questo articolo scopriremo il quartiere Milano Centrale e le nuove costruzioni del momento, tra cui “I giardini di Macchi” e “Gioia 69”.  

Il Quartiere Milano Centrale

Ricco di storia e cultura, il quartiere di Milano Centrale si sviluppa nel cuore pulsante della Città e rappresenta la porta d’ingresso di quest’ultima. È proprio in questo quartiere che si erge la meravigliosa stazione di Milano Centrale, nodo cruciale per la mobilità extraurbana e punto che collega il capoluogo lombardo alle principali città italiane ed europee. Mobilità ma anche arte e storia, correva l’anno 1931 quando, su progetto del noto architetto Ulisse Stacchini, venne inaugurato l’edificio di estetica assiro-babilonese, un perfetto esempio di architettura fascista.

Tra gli edifici più iconici della zona troviamo il grattacielo Pirelli, il quale, progettato dall’architetto e designer italiano Gio Ponti ed inaugurato nel 1960, rimane il simbolo del bum economico degli anni 50. Rimasto per anni l’edificio più alto della città, fu superato nel 2010 da Palazzo Lombardia, e poco dopo, nel 2012, dalla Torre Unicredit.

Il quartiere, a pochi passi da Porta Venezia, è anche conosciuto per lo chic street food, è infatti in stazione centrale che troviamo il Mercato Centrale, il quale, inaugurato nel 2021, ospita bar, locali, e bancarelle di cibo fresco, selezionato e di alta qualità.

I giardini di Macchi

A impreziosire i connotati di Via Mauro Macchi è il nuovo complesso abitativo “Gardini Macchi” al civico 61. Della vecchia palazzina costruita negli anni 60 e ormai disabitata da anni, non rimane più nulla. Quest’ultima ha lasciato infatti il posto ad un moderno complesso residenziale che si sposa perfettamente con il contesto urbano che la circonda.

Il progetto, firmato dall’architetto Marco Guido Savorelli dello studio Sa-Architetture, rappresenta il perfetto connubio tra design ed innovazione. Le vaste vetrate lasciano infatti spazio alla luce, dando agli spazi interni luminosità e profondità.

Prestigiosi, moderni e raffinati, gli appartamenti “Giardini di Macchi”, si distinguono per le scelte sostenibili, per i materiali ricercati e per le finiture pregiate. Non mancano gli spazi verdi, che ritroviamo nei meravigliosi giardini interni che si elevano anche verticalmente sugli ampi terrazzi che contraddistinguono la facciata interna. Green fuori ma anche dentro, gli appartamenti vantano classe energetica A, rendendo il nuovo complesso un vero e proprio investimento nel tempo.

È dunque nelle immediate vicinanze al centro storico di Milano che si sviluppa la residenza “Giardini di Macchi”, la quale, a pochi dalla metro Caiazzo, da Milano Centrale e dai meravigliosi giardini di Idro Montanelli, si inserisce perfettamente nel contesto urbano che la circonda.

Palazzo Gioia

Un tempo una vecchia e bassa palazzina incastrata tra due palazzi di 8 piani, ora il civico 69 di via Melchiorre Gioia, ospita un moderno complesso abitativo che si sviluppa su 9 piani.

Il nuovo progetto edilizio presenta una facciata luminosa, in perfetto stile architettonico moderno. Quest’ultima si compone di imponenti vetrate e ampi e moderni terrazzi. Gli interni, oltre a beneficiare della luce che filtra dalle vetrate, ospitano vasti spazi e sono realizzati con materiali raffinati e ricercati.

L’elegante residenza, a pochi passi dalla fermata della metropolitana Sondrio, ospita 23 unità abitative che verranno terminate entro l’estate del 2023.

Il tutto nel contesto dell’esclusiva e vivace via Melchiorre Gioia e a pochi passi dal palazzo della Regio Lombardia.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’