26 Settembre 2022, 15:27

26 settembre 2022: il giorno dopo le elezioni si conferma la vittoria del Centrodestra con il 44% dei voti per entrambe le camere, guidato da Fratelli d’Italia, partito che totalizza da solo il 25%. Questo porterà probabilmente Giorgia Meloni ad essere la prima premier donna nella storia italiana.

A seguire il Partito Democratico con un 20%, il Movimento 5 Stelle con un 14,8%, il Terzo Polo con un 7,9% e Italexit all’1,9%. Queste elezioni sono state caratterizzate da una bassa affluenza: il 64% contro il 73% delle precedenti elezioni politiche.

Il giorno dopo le tanto attese elezioni, abbiamo provato a valutare i palazzi simbolo della politica italiana calcolandone la superficie commerciale moltiplicata per i prezzi medi di vendita del quartiere Centro Storico. Naturalmente, questi valori sono stime che non tengono in considerazione l’incommensurabile valore storico e istituzionale di questi edifici.

Palazzo Chigi

Risalente al 1578, Palazzo Chigi ha visto numerose trasformazioni nei suoi 300 anni di storia; tutto ciò si è naturalmente riflesso sulla sua storia architettonica. Fino al 1961 Palazzo Chigi è rimasta sede del Ministero degli Esteri, successivamente è diventata la sede della Presidenza del Consiglio. Con i suoi 15.317 metri quadri di superficie, il Palazzo varrebbe € 71.208.733.

Montecitorio

Questo palazzo risale al 1653 per opera del papa Innocenzo X. Dopo l’unità d’Italia, il palazzo fu scelto per ospitare la Camera dei Deputati. Tra le numerose stanze, una delle più iconiche è la Sala della Lupa, adornata da antichi arazzi e legata al referendum del 2 giugno 1946, data che segna la nascita della Repubblica italiana. La sede dei Deputati si estende per 36.758 metri quadri e per acquistarla “bastano” 170.887.942.

Quirinale

Il Palazzo del Quirinale sorge su un colle noto per avere una posizione elevata e molto salubre; per questo motivo, questo territorio ospitò fin dall’antichità nuclei residenziali, edifici pubblici e di culto.

Per molto tempo è stata la residenza per pontefici, mentre dal 1946 è la sede della Presidenza della Repubblica dal 1946. Questo palazzo simbolico per la politica italiana si estende per 56.587 metri quadri e varrebbe € 263.072.963.

Palazzo Madama

I primi importanti lavori di trasformazione di Palazzo Madama furono realizzati quando entrò in possesso della famiglia Medici. Oggi in questo palazzo hanno sede l’Aula, alcuni Gruppi parlamentari, gli uffici della Presidenza e del Segretariato generale.

Con i suoi 23.684 metri quadri di superficie, oggi occorrono € 110.106.916 per acquistarlo.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

L'azienda

© 2022 Wikicasa di Wikicasa S.r.l. | Via Ascanio Sforza 85, 20141, Milano | P.IVA 08820060963

Iscrivit alla nostra newsletter’