09 Settembre 2022, 12:50

Giovedì 8 settembre 2022 si è spenta la Regina Elisabetta a 96 anni dopo 70 anni di regno.

L’iconica regina lascerà un grande vuoto per i suoi familiari, per i suoi sudditi e per tutto il resto del mondo.

Proviamo a rendere omaggio all’indimenticabile Elisabetta II raccontando quali residenze – oltre al celebre Buckingham Palace – ora lascerà ai suoi eredi.

Balmoral Castle

Residenza estiva della regina, è stata scelta da Elisabetta II per trascorrere gli ultimi momenti di vita, dopo che le sue condizioni di salute sono precipitate velocemente e dove purtroppo si è spenta.

Come detto, Sua Maestà amava trascorrere l’estate in questo luogo di quiete e pace, diventato per lei una sorta di rifugio e cornice di meravigliosi ricordi insieme all’amato Filippo, scomparso pochi mesi fa.

In questi giorni è naturalmente meta di tutti i sudditi e non che vogliono renderle omaggio.

St. James’s Palace

Deve il suo nome a un antico lebbrosario dedicato a san Giacomo che sorgeva prima che Enrico VIII vi costruisse la residenza. Ad oggi è la costruzione che richiama maggiormente lo stile Tudor. Nei primi anni dell’ottocento un incendio devastò parte dell’edificio. Nel 1996 visse a St. James’s Palace anche Lady Diana, quando divorziò dal principe (ora Re) Carlo, il quale mantenne la residenza per sé e i figli fino al 2004.

Purtroppo oggi il palazzo non è aperto al pubblico.

Castello di Windsor

Si tratta di uno dei pochi castelli al mondo aperti al pubblico. Poco fuori Londra, questo castello sorge nella pittoresca Windsor e ricorda i tipici castelli fiabeschi.

Viene utilizzato per celebrare i matrimoni reali, come ad esempio quello tra Meghan e Harry. Si dice fosse la residenza preferita della Regina, persino sopra a Buckingham Palace.

Non si può non menzionare l’antico ponte di legno situato sopra il Tamigi, che richiama ogni anno moltissimi turisti.

Holyrood Palace

Nel cuore di Edimburgo, Holyrood Palace è la residenza scozzese della Regina. È passato alla storia però per essere stato il palazzo in cui viveva Maria Stuarda (Mary Stuart), regina di Scozia, che qui si sposò e fu testimone del feroce assassinio per ordine del marito del suo segretario, con il quale aveva un rapporto stretto.

Oggi è un edificio centrale per gli eventi reali scozzesi. In particolare, durante la “Settimana di Holyrood” che va da fine giugno a inizio luglio, la Regina era solita recarsi qui per celebrare eventi culturali e storici di questa parte di regno.

Sandringham House

Si trova a 200 km da Londra all’interno di 8.000 ettari di terreno vicino alla costa; oltre ad avere una vista invidiabile, è nota per essere la residenza privata della Regina Elisabetta dove si riuniva con la famiglia per festeggiare il Natale.

All’interno del complesso c’è il York Cottage, regalo di matrimonio della regina a Harry e Meghan. Dal 1977 alcune parti della residenza sono aperte al pubblico.

Craigowan Lodge

A poco più di un kilometro dal Castello di Balmoral sorge questa residenza, nota per essere il luogo preferito dal principe Carlo e la principessa Diana.

Con “sole” 7 stanze, è molto contenuta rispetto alle altre residenze reali e viene oggi utilizzata per ricevere ospiti importanti.

Delnadamph Lodge

Parte della tenuta di Balmoral, fu acquistato perché adatto alla caccia del gallo cedrone. Fu il regalo di nozze della Regina a Carlo e Diana; tuttavia la principessa non gradì la tenuta e non la fece quindi restaurare.

Naturalmente, queste residenze sono solo una piccola parte dell’immensa eredità che Elisabetta II lascia al mondo.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’