08 Settembre 2022, 15:47

Risparmiare sul riscaldamento sta diventando sempre più necessario. In questo articolo vediamo qualche suggerimento su come gestire al meglio i propri consumi con un duplice obiettivo: risparmiare e fare un piccolo favore al pianeta.

I consumi troppo alti sono infatti un danno al portafoglio familiare, ma anche all’ambiente. Ora che il caro energia ha colpito in maniera piuttosto forte le famiglie italiane, comprendere questa semplice realtà diventa sempre più importante. Si parla di inflazione, di rincari praticamente ovunque e ciò porta ad essere un po’ più attenti sui propri consumi, per fortuna.

Risparmiare sul riscaldamento: come fare un favore al pianeta

È abbastanza comune il pensiero secondo cui il gas non è particolarmente impattante dal punto di vista ambientale; questo è effettivamente vero se rapportato ad altri combustibili fossili, ma di certo non si tratta di un “amico” del pianeta.

Infatti, i consumi di gas portano inquinamento cercare di risparmiare sui propri consumi non è un bene solo per il portafoglio proprio e della propria famiglia, ma anche per il pianeta. I modi per risparmiare sul gas, cioè sul riscaldamento, sono numerosi; in questo articolo proviamo a vedere i più importanti ed impattanti dal punto di vista economico, con qualche consiglio per chi volesse sperimentare l’efficacia di un comportamento più responsabile.

Inoltre, ricordiamo che l’aumento del costo del gas dipenderà, oltre che dall’andamento della guerra tra Russia e Ucraina, anche dal nuovo listino a cui il prezzo sarà ancorato a partire dal 1° ottobre (leggi il nostro articolo dedicato ai rincari di questo autunno). Questa novità rende l’aggiornamento dei prezzi mensile anziché trimestrale, con possibili benefici (o, purtroppo, aumenti) molto più tempestivi. Vediamo ora qualche consiglio per diminuire i consumi di gas a livello domestico.

Come risparmiare sul riscaldamento: ecco cinque segreti

Risparmiare sul riscaldamento non è in realtà difficile, ma non è neanche così semplice cambiare le proprie abitudini ed abituarsi ad un comportamento più responsabile. Alcuni piccoli gesti possono fare la differenza e possono soprattutto costruire una mentalità più attenta; questo nel lungo periodo porta ad un risparmio considerevole, oltre che a benefici per l’ambiente.

Ecco 5 consigli

Un primo segreto per risparmiare sul riscaldamento è legato alla doccia; abituarsi a diminuire il tempo in doccia e non farla bollente può farci risparmiare e fare bene al nostro corpo. Per la circolazione e la pressione la doccia troppo calda non fa bene; dunque, possiamo fare un favore anche al nostro organismo con un gesto quotidiano.

Un secondo suggerimento riguarda i radiatori e le caldaie: pulizia, circolazione dell’aria e manutenzione fanno la differenza. Sicuramente si possono prevenire guasti e problemi, ma anche e soprattutto portare ad un piccolo risparmio permettendo a questi elementi di lavorare al massimo del proprio potenziale. La presenza di un termostato, inoltre, è fondamentale per controllare la temperatura ed aumentare l’efficienza dell’intero impianto.

Terzo segreto: non portare mai la casa “a zero”. Lasciare che la casa si raffreddi completamente quando non è vissuta (pensiamo ad una casa al mare o in montagna) porta ad un grande dispendio di energia per riportare la temperatura a 18-20°. Mantenerla a 15° è il perfetto compromesso per riscaldarla più velocemente e risparmiare sull’energia.

Il quarto segreto è in realtà un suggerimento: isolare bene la casa, sia in termini di spifferi, sia di vetri termoisolanti sia di manutenzione degli infissi. Queste attenzioni hanno un costo, ma è sicuramente inferiore al costo completamente perso per riscaldare una casa che non mantiene il riscaldamento a causa appunto di spiragli e spifferi.

Quinto ed ultimo consiglio per risparmiare sul riscaldamento: investire nell’energia verde. Per “investire” si intende semplicemente pensare ad un impianto, piccolo o grande che sia, che sfrutti il più possibile l’energia solare. In alcuni casi può integrare l’energia necessaria e farci risparmiare cifre importanti, in altri casi si può addirittura pensare di arrivare al costo zero, vale dire all’utilizzo di energia esclusivamente rinnovabile, rimuovendo del tutto elementi inquinanti.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’