A fronte dell’aumento del tasso di inflazione si è assistito ad un’accelerazione dei prezzi dovuta all’incremento dei prezzi dell’energia. Per far fronte a questa situazione di emergenza temporanea che contribuisce a creare una condizione di debolezza economica, si sono rese necessarie delle azioni di carattere eccezionale volte a sostenere le famiglie, in particolare le più povere e le capacità produttive delle imprese.

Approvato il 2 maggio un nuovo pacchetto di aiuti per le famiglie e le imprese in ambito energetico. Il settore è uno dei più colpiti negli ultimi tempi a fronte dell’aumento dei prezzi delle materie prime e per la guerra in Ucraina.

Decreto Aiuti: di cosa si tratta

Dopo il Decreto Energia il Consiglio dei Ministri ha approvato il 2 maggio scorso il Decreto Aiuti per introdurre misure urgenti volte a contrastare gli effetti degli aumenti dei prezzi di energia e gas conseguenti alla crisi in Ucraina.

Quali sono le principali novità? Tra le principali novità si segnala il bonus 200 euro quale una tantum a favore di lavoratori e pensionati. In cosa consiste? Siamo di fronte ad un assegno erogato ai pensionati e ai lavoratori dipendenti titolari di redditi inferiori a 35.000 euro, per sostenere le famiglie messe a dura prova dal caro bollette di questi ultimi tempi.

Sono circa 28 milioni gli italiani in forte difficoltà economica. La misura è stata finanziata con l’aumento del prelievo straordinario sulle imprese che importano e producono energie che abbiano ottenuto extra profitti.  

Decreto Aiuti e Fondo affitti

Nel provvedimento messo a punto dal Governo figura l’aumento della somma stanziata per finanziare il Fondo affitti. Il Governo emette un provvedimento per aiutare il settore degli affitti stanziando una dotazione pari a 100 milioni per l’anno in corso.

Decreto Aiuti e Superbonus 110%

Novità in tema di bonus edilizi, argomento che ha fatto parlare di sé da mesi.

In ambito edilizio si segnala la proroga del Superbonus 110% a favore delle villette unifamiliari.

Le agevolazioni fiscali vengono riconosciute per le villette unifamiliari per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022 purchè venga eseguito il 30% dei lavori entro il 30 settembre 2022.

Bonus sociale bollette luce e gas

Al fine di venire incontro alle esigenze delle famiglie e al caro bollette, il governo ha previsto l’estensione del bonus sociale per l’energia elettrica e il gas al terzo trimestre del 2022, dopo la precedente estensione al secondo semestre già approvata.

Infine i crediti di imposta a favore delle imprese per energia elettrica e gas vedono un rafforzamento.

Per promuovere le fonti di energia rinnovabile si identificano nuove aree volte alla installazione di impianti di produzione di energia con semplificazione delle procedure per la loro realizzazione.

Vuoi approfondire tutte le novità del Decreto Bollette? Leggi il nostro articolo dedicato!

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’