Comprare casa in Trentino Alto Adige: tutte le agevolazioni

Tra le numerose località di montagna in cui poter comprare c’è sicuramente il Trentino Alto Adige. Comprare casa in Trentino Alto Adige è un investimento da non sottovalutare: sia che si tratti di comprare a scopo di investimento e quindi avere un ritorno economico, sia che l’intenzione sia quella di avere a disposizione una seconda casa per andare in vacanza. Questa regione infatti, offre l’opportunità di sfruttare la propria casa in tutte le stagioni durante l’anno.

Ma dove comprare casa in Trentino? In questo articolo vediamo quali sono le agevolazioni che si possono cogliere e le varie zone dove conviene.

Trentino Alto Adige: dove comprare casa

É possibile dividere in due parti il Trentino Alto Adige: le località in provincia di Trento e le località nella provincia di Bolzano. Secondo le quotazioni immobiliari di Wikicasa le prime presentano, in generale, un prezzo medio di vendita di un immobile di circa 2.106 €/m2, mentre per le seconde il prezzo si alza a  3.770 €/m2

  • Val Gardena: la Val Gardena è una valle nelle Dolomiti, con tre borghi montani ed è molto consigliata per le escursioni, lo sci, il trekking e per fare mountain bike
  • Ortisei, S. Cristina e Selva: sono paesi situati in Val Gardena. In particolare, Ortisei è un borghetto famoso per le sue sculture artistiche in legno che vengono eseguite da generazioni. Sono località molto visitate dai turisti.
  • Pinzolo: è una località nella provincia di Trento e presenta prezzi di vendita lievemente inferiori ad altre località nella provincia di Bolzano. Infatti, secondo le quotazioni immobiliari di Wikicasa il prezzo medio di vendita al metro quadro di un immobile si aggira intorno ai 3.925 euro.
  • Madonna di Campiglio (frazione di Pinzolo): è una delle località sciistiche italiane più famose al mondo in cui è possibile trovare 60 km di piste da sci. Il paese è circondato dal Parco naturale dell’Adamello-Brenta, che comprende le dolomiti di brenta, un ghiacciaio, laghi e sentieri.
  • Andalo: un altro borgo nella provincia di Trento, in cui è possibile dedicarsi molto allo sci grazie ai numerosi impianti sciistici presenti.

Verifiche necessarie prima di comprare casa

Dopo aver valutato alcuni criteri come ad esempio quello, che nell’acquisto di una casa comprende molte spese extra come imposte, notaio, commissioni e tutte le spese che riguardano arredamento della casa e spazi esterni; e dopo aver scelto la zona in cui comprare casa occorre effettuare alcune valutazioni.

Tra le verifiche che bisogna fare prima di comprare casa ci sono:

  • Accertamenti sul proprietario dell’immobile. Occorre verificare che il proprietario sia reale e che l’immobile non sia frutto di donazione o di un’eredità. Quindi occorre verificare l’atto di provenienza.
  • Verifica documentazione urbanistica: controllare ci sia l’effettivo permesso di poter costruire casa e il certificato di regolarità urbanistica che ne dichiari la conformità dell’immobile.
  • Verificare la presenza di ipoteche, pignolamenti o sequestri dell’immobile
  • Verificare che le spese condominiali siano pagate e che non siano presenti debiti sull’immobile
  • Controllare la classe energetica dell’immobile
  • Informarsi sulle condizioni di stabilità dell’edificio per valutare gli eventuali interventi di manutenzione straordinaria da effettuare.

Curiosità: progetto “casa a un euro”

Negli ultimi anni sono numerosi i comuni che stanno aderendo a questa iniziativa perché la popolazione più anziana inizia a diminuire e i giovani vanno alla ricerca di città moderne e di opportunità all’estero. Lo spopolamento si sta molto diffondendo e le aree rurali e di montagna vengono sempre più spesso abbandonate.Tuttavia, regioni come il Trentino Alto Adige offrono l’occasione di creare qualche business magari legato al turismo.

Infatti, questo progetto nasce dal tentativo di salvare la propria località e ridare vita alla comunità: molti comuni svendono immobili abbandonati e inutilizzati a 1 euro.

Sono le singole località a lanciare queste iniziative e a seguire i processi, le cui regole risultano meno rigide delle fasi iniziali del progetto.

Tra le regole vi è quella per cui gli acquirenti devono rinnovare la casa entro un anno dall’acquisto con possibilità di estensione. Inoltre, non è obbligatorio trasferirsi stabilmente nella casa ristrutturata ma rimane la libertà di scegliere se utilizzare la casa solo stagionalmente o metterla in affitto come B&B.

Tuttavia, rimane anche la possibilità che agli acquirenti venga richiesto di creare un progetto per la ristrutturazione e il recupero dell’immobile entro un anno dall’acquisto e di iniziare i lavori entro 2 mesi dalla data di rilascio della concessione edilizia. In queste circostanze, nel caso non fossero rispettate le tempistiche varie, il Comune ha diritto alla decadenza dalla polizza iniziale. Al momento non sono presenti immobili a 1 euro in Trentino Alto Adige ma si consiglia di rimanere aggiornati e attenti al mercato immobiliare in quanto potrebbero esserci occasioni di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts