29 Luglio 2022, 12:43

Chi dispone di uno spazio all’aperto ha la fortuna di potersi godere un ambiente a contatto con la natura, soprattutto d’estate, in genere dedicato al relax ed al tempo libero. C’è chi ha un grande giardino, impegnativo anche da mantenere, e chi invece ha un piccolo spazio esterno da arredare con cura per poterlo valorizzare.

In qualsiasi caso, proprio l’arredamento ricopre un ruolo fondamentale rispetto all’atmosfera che si vuole creare ed all’uso che si vuole fare di questo spazio. Esistono diversi stili sicuramente gradevoli dal punto di vista estetico; naturalmente ognuno sceglie in base ai propri gusti, alla disponibilità economica e come già detto allo spazio.

Non sempre la propria idea di giardino è compatibile con l’effettivo spazio a disposizione ed in molti casi è necessario trovare un compromesso, anche rispetto al costo, ma ci sono talmente tante possibilità che si ha solo l’imbarazzo della scelta. Proviamo allora a vedere cinque idee per arredare il proprio giardino, con un occhio anche ai costi.

Giardino shabby chic: un’ottima soluzione

Lo stile shabby chic è un po’ una contraddizione, perché letteralmente significa elegante (chic), ma anche trasandato (shabby). In sostanza, è uno stile che prova a coniugare proprio questi due elementi attraverso elementi d’arredo e colori che hanno eleganza e cura, ma mantengono l’atmosfera piuttosto informale e familiare.

Dominano i materiali riciclati, i pizzi ed i merletti,ma ancheil vimini. Materiali diversi tra loro ed apparentemente difficili da unire in un unico ambiente, ma è proprio in questo che si caratterizza questo stile, mantenendo per altro piuttosto basso il prezzo d’acquisto di elementi d’arredo e stoffe.

Per quanto riguarda i colori bisogna sicuramente privilegiare le tinte chiare, i colori pastello ed il connubio con le piante ed i fiori. È spesso scelta la lavanda, ma anche il color lavanda in caso di impossibilità di mettere la pianta. Il connubio perfetto potrebbe essere un tavolino in ferro battuto, con divanetti o sedie in vimini con cuscini in colori chiari, magari beige. Il resto dell’ambiente deve sicuramente avere un tocco di natura, tra piante e fiori ben curati, ma senza troppa formalità ed eleganza.

Questo stile coniuga quindi eleganza casual a materiali riciclati, rendendo i costi davvero a portata di tutti.

Spazio esterno piccolo? Scegli il giardino verticale!

Una soluzione sempre più interessante è sicuramente quella del giardino verticale: si tratta sostanzialmente di sfruttare al meglio lo spazio esterno della casa in verticale, mettendo così tanto verde e rendendo l’ambiente piacevole e informale senza occuparlo tutto.

Chi ama le piante ed ha il pollice verde, non è costretto a rinunciare nonostante il piccolo spazio outdoor, anzi in tanti casi il giardino verticale è efficiente ed efficace anche in termini di cura delle piante, con sistemi che permettono di mantenerle in vita a lungo senza troppi pensieri.

Per realizzare il giardino verticale, suggeriamo materiali di riciclo come legno, barattoli in latta, bottiglie di plastica, “tasche” di stoffa; tutto è accettato per rendere green uno spazio che altrimenti potrebbe ospitare ben poco. Chi non vuole rinunciare alla salute delle sue piante nonostante i piccoli spazi, può certamente optare per questa soluzione. Come è semplice intuire, anche il costo è contenuto ed alla portata praticamente di tutti.

Idee per arredare lo spazio outdoor: il ruolo dell’acqua

Dare rilievo all’acqua all’interno di un giardino consente di valorizzarlo molto: da una piscina ad una fontana, sono tante le soluzioni da considerare.

Ovviamente, chi vuole privilegiare il relax ed il divertimento ed ha la possibilità economica per farlo, oltre naturalmente al giusto spazio, può optare per una piscina. Le piscine rigide possono essere ormai anche molto eleganti (con coperture in legno o bambù), ma nulla sostituisce l’eleganza della piscina interrata.

Puoi trovare un approfondimento su tutte le tipologie di piscina in questo articolo.

C’è poi la possibilità di mettere al centro o a lato del giardino una fontana; lo scorrere dell’acqua è da sempre alleato del relax e crea un’atmosfera quasi orientale in cui trovare la pace che si va cercando dopo una giornata di lavoro o semplicemente la sera dopo cena, sorseggiando un bel bicchiere di vino.

Un’ultima soluzione è quella dello stagno, dove eventualmente si possono anche tenere dei pesci, sempre in ottica di rendere naturale l’ambiente e valorizzarlo.

Come arredare il giardino in stile mediterraneo

Non si può non considerare lo stile mediterraneo, naturalmente un mix tra casual ed eleganza. Lo stile mediterraneo è infatti sicuramente capace di coniugare l’eleganza con elementi più semplici ed informali, tra colori come bianco, giallo, blu acceso e marrone.

Un ruolo fondamentale è però ricoperto dall’elemento verde, cioè le piante: in genere dominano le piante grasse e le erbe aromatiche, per altro potenzialmente molto utili in cucina. Per quanto riguarda i materiali dominano la terracotta ed ancora una volta il vimini, perfetti per un tavolino e delle sedie da giardino. La terracotta si ritrova naturalmente nei vasi delle piante, mentre il già citato elemento acqua può completare una cornice natural e profondamente mediterranea.

Evidentemente, questo stile è particolarmente adatto per lo spazio outdoor di una casa al mare, ma non è fuori luogo in nessun contesto.

Quinta idea di arredamento: lo stile industriale

Concludiamo il nostro percorso con la quinta ed ultima idea di arredamento del giardino, con particolare valore per i mobili da giardino: lo stile industriale.

Questo stile coniuga infatti semplicità ed eleganza a materiali “grezzi”, quindi non di per sé particolarmente costosi. Sicuramente troviamo ancora il ferro battuto, ma anche la pietra ed in generale tutto ciò che riporta a colori neutri, linee ben precise e semplicità.

Fronzoli e dettagli non sono indicati, anzi la ricerca è proprio dell’essenzialità unita ad uno stile pulito e vivibile, ma non troppo formale. Molti negozi e locali sono arredati con questo stile ormai, per cui è anche semplice prendere spunti. Negli ambienti con questa vocazione sono spesso presenti anche oggetti di riciclo o da collezione, come la classica radio d’epoca come soprammobile o qualche richiamo appunto industriale, ma senza rendere “pesante” l’ambiente.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’