Portrait of business man using laptop and giving you a warm smile

Più mobilità e meno barriere per gli agenti immobiliari che intendono lavorare in un altro stato membro dell’Unione Europea per sfruttare le opportunità lavorative che vi vengono offerte.

La tessera professionale europea, entrata in vigore il 18 gennaio, agevolerà la mobilità professionale degli agenti immobiliari (e di infermieri, farmacisti, fisioterapisti e guide alpine) all’interno dei confini comunitari.

Non si tratta di un documento cartaceo ma di una procedura elettronica che semplificherà le procedure di riconoscimento delle qualifiche professionali tra un Paese e l’altro, eliminando inutili lungaggini burocratiche e permettendo così di risparmiare tempo e denaro.

La procedura per ottenere la tessera è più facile da gestire rispetto alle tradizionali procedure di riconoscimento e consente di tracciare online lo stato della domanda.

Per richiedere la tessera bisogna innanzitutto accreditarsi presso il servizio di autenticazione della commissione europea, tramite il sito web https://ecas.ec.europa.eu/cas/wayf . Bastano pochi minuti per creare un account personale e, una volta creato l’account, è possibile presentare la domanda corredata della scansione elettronica dei documenti necessari.

Le informazioni da fornire per chiedere l’EPC  sono:

  • Professione
  • Paese di stabilimento del professionista, diploma, formazione, esperienza di lavoro
  • Il modo in cui si prevede di esercitare la professione (tramite lo stabilimento o la prestazione temporanea di servizi)
  • Paese in cui si desidera lavorare (paese ospitante)
  • Copie dei documenti richiesti

Se si intendi esercitare la professione nel paese ospitante in via temporanea, le autorità hanno 3 settimane supplementari per analizzare il fascicolo. Mentre se si intende stabilirsi nel paese ospitante, le autorità hanno un massimo di 3 mesi per valutare la domanda.

L’EPC costituisce la prova elettronica che la procedura di riconoscimento è stata ultimata con successo (o che il richiedente soddisfa le condizioni per la prestazione temporanea di servizi). La tessera è valida a tempo indeterminato in caso di stabilimento oppure per 18 mesi per la prestazione temporanea di servizi.

Condividi sui social:

3 CommentiChiudere commenti

3 Commenti

  • Virginia Roccio
    Posted 4 Febbraio 2016 at 6:39 0Likes

    Grazie mille, buona giornata.

  • Virginia Roccio
    Posted 4 Febbraio 2016 at 6:39 0Likes

    Buongiorno, pongo questa domanda: la tessera si richiede solo nel caso in cui si voglia operare temporaneamente o stabilmente in un altro paese oppure si può richiedere comunque in modo da averla sempre disponibile in qualsiasi momento, anche non immediato ma futuro, si decida di operare in un altro paese?

  • sabina
    Posted 27 Gennaio 2016 at 8:55 0Likes

    ok pero dobbiamo inserire noi i documenti e tutto il resto……non sono capaci di farlo in modo automatico???? :nome cognome , e codice fiscale ed esce tutta la situazione lavorativa e professionale di una persona, no?
    qui mi sembra invece che la tessera professionale europea dobbiamo creacela noi.

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’