Mutui e mercato creditizio faranno da stimolo all’immobiliare, anche nel 2021. Intervista a Lara Canino di PiùMutuiCasa

Stiamo vivendo un periodo di grande incertezza economica, ma il comparto creditizio – grazie a tassi di interesse molto convenienti – sembra non conoscere crisi: lo scorso anno abbiamo assistito ad un aumento nell’erogazione dei mutui, ma anche ad un incremento della percentuale dell’importo richiesto sul valore totale dell’immobile.

Cosa possiamo aspettarci per questo 2021? Lo abbiamo chiesto a Lara Canino, giovanissima manager del Gruppo PiùMutuiCasa.

“Abbiamo chiuso il primo bimestre con segno positivo (+10% rispetto allo stesso bimestre dell’anno precedente, quando ancora il Covid non era entrato a far parte delle nostre vite). Marzo ha confermato l’andamento molto positivo quindi la speranza, ovviamente, è che il mercato continui ad essere positivo e a darci fiducia! Inoltre, il ticket medio dei mutui evasi è leggermente in crescita rispetto al passato, ance se è presto per confermare il fenomeno. La durata media dei mutui PMC è oggi di 20 anni ” ci spiega.

Un costo del denaro così basso inciderà positivamente sul mercato immobiliare? Supereremo indenni la crisi?

“Il fatto che i tassi stiano rimanendo bassi sicuramente stimola il mercato immobiliare. In tempi di Covid, la categoria che più di ogni altra richiede il mutuo per l’acquisto di una casa è la famiglia. Lo rileva un rapporto dell’ABI – Associazione Bancaria Italiana – che afferma come sia «tornata ad aumentare la domanda di mutui delle famiglie italiane per effetto del supporto proveniente dalla riduzione del livello generale dei tassi di interesse». Il Covid-19 – poi – ha sicuramente rimesso al centro la prima casa, che nell’anno 2020 ha visto crescere a dismisura le sue funzioni (è diventata ufficio, palestra, spazio giochi e tante altre cose…) ed è quindi il settore d’investimento primario”.

La formula più gettonata di questi tempi è il tasso fisso…

“In un periodo così incerto, il tasso fisso può apparire come ‘fonte’ di maggior sicurezza agli occhi del cliente finale.”

Per quanto riguarda il fattore rischio, come ritieni che le banche si adegueranno nell’erogazione dei mutui a fronte della riduzione dei tassi di interesse?

“Premesso che durante le ultime settimane abbiamo visto l’indice Irs a 30 anni in rialzo e, di conseguenza, credo sia difficile fare ipotesi sul fenomeno ora… tra qualche tempo sicuramente avremo più dati su cui ragionare. In generale la riduzione dei tassi ha sicuramente determinato una diminuzione della marginalità netta delle banche; di conseguenza oggi come oggi il rischio viene valutato con maggiore attenzione. Credo però che questo fenomeno sia stato per la maggior parte già scontato in questi anni; delle piccole variazioni sui tassi attuali potrebbero influire solo leggermente sul fenomeno”.

Quali sono i plus dell’affidarsi al supporto degli esperti di mediazione creditizia Più Mutui Casa? Quali i rischi che è possibile evitare?

“Grazie agli accordi di convenzione sottoscritti con i principali istituti di credito, la realtà azzurra offre un’ampia gamma di prodotti di mutuo, ipotecari e fondiari, di prestiti personali e prestiti garantiti. La nostra rete di mediazione è in grado di garantire un’assistenza costante durante tutto l’iter burocratico.

Non solo. Le banche convenzionate con PMC possono anche sottoscrivere la cosiddetta “delibera senza immobile”, ossia l’impegno a erogare il mutuo al cliente, con la successiva riserva di valutare il valore dell’immobile oggetto di ipoteca, a condizione ovviamente che il cliente non sia stato soggetto a fatti pregiudizievoli.

Inoltre, i professionisti Più Mutui Casa garantiscono al cliente un’assistenza costante durante tutto l’iter burocratico dandogli supporto su ogni aspetto in un momento così bello ma anche delicato per una persona”.

Lato agenti immobiliari, invece, qual è il beneficio principale?

“L’affiancamento del collaboratore Più Mutui Casa permette all’agente immobiliare la possibilità di individuare la corretta soluzione immobiliare, dopo aver valutato la finanziabilità del cliente stesso. La sinergia, l’organizzazione condivisa e l’ampio paniere di convenzioni insieme possono portare maggiori risultati in termini di soddisfazione del cliente finale e di operazioni portate a termine.”

Da giovanissima, cosa ti affascina del mondo della mediazione creditizia? Quali sono i pro e i contro del lavorare in questo settore?

“Del settore mi affascina principalmente il fatto che attraverso il lavoro instancabile della nostra rete, il cliente possa realizzare uno dei sogni più grandi: poter acquistare la Casa dei propri sogni!

Riguardo ai pro… Essendo un settore molto dinamico non si smette mai di imparare. Inoltre, l’aspetto che mi piace di più di questo lavoro è l’essere costantemente in contatto con la rete… ci sono sempre nuovi progetti, nuove iniziative e non ci si annoia mai!

Contro? Non vedo particolari contro… forse un piccolo aspetto che causa qualche difficoltà in più riguarda il fatto che le società di mediazione creditizia devono seguire tanti aspetti compliance/normativi differenti che cambiano e vengono implementate spesso.. quindi l’attenzione deve essere elevatissima tutti i giorni per perdersi nulla!”

Raccontaci un po’ di te: dopo una laurea Magistrale in Management in Bocconi, hai cominciato la tua esperienza lavorativa nel settore immobiliare, dapprima con un focus sul mondo dell’intermediazione immobiliare, poi su quello della mediazione creditizia. Di cosa ti occupi nello specifico?

“Sì, dopo quasi 3 anni e due esperienze in altro settore, sono entrata nel settore della mediazione creditizia e in particolare in Più Mutui Casa Spa, società di mediazione creditizia del Gruppo Tempocasa iscritta all’OAM (al numero M65). Oggi ho il ruolo di Brand Manager e coordino i progetti che ruotano intorno al nostro Brand. Mi interfaccio e supporto costantemente con la nostra rete commerciale per progetti, controllo dei numeri, inserimento di nuove risorse e con il nostro reparto Marketing e Comunicazione per lo sviluppo di nuovo materiale e iniziative di Branding. Dal 2019 inoltro coordino, insieme ad un collega Manager, la scuola di formazione interna, la PMC Academy, che si impegna quotidianamente per accompagnare i nostri collaboratori lungo l’intero percorso di carriera, affiancare i direttori Pmc nella crescita e nella formazione dei loro ragazzi e, infine, assicurare a Più Mutui Casa e al nostro Gruppo Tempocasa dei professionisti Pmc competenti che contribuiscano a dare valore al loro processo di produzione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts