Social housing: cos’è, come funziona e a chi è rivolto il nuovo fenomeno di edilizia sociale

Cos’è il social housing?

Il social housing si colloca a metà tra l’edilizia popolare e le proprietà private vendute o affittate a prezzo di mercato. L’obiettivo principale di questa edilizia sociale è fornire alloggi con buoni o ottimi standard di qualità, a canone calmierato, che non superi il 25%-30% dello stipendio.

Inoltre, il social housing è caratterizzato da progetti di tipo sociale che hanno lo scopo di far nascere comunità e sviluppare l’integrazione, come ad esempio l’utilizzo di spazi e servizi comuni tra gli abitanti.

A chi si rivolge?

Il social housing si rivolge a famiglie o coppie del ceto medio, che non possono permettersi una casa a prezzo di mercato, ma che hanno un reddito troppo alto per accedere all’edilizia popolare. In generale famiglie di lavoratori non assunti a tempo indeterminato, studenti e immigrati.

Ecco i principali destinatari in macro-categorie:

– nuclei familiari a basso reddito

– giovani coppie

– anziani in condizioni economiche svantaggiate

– studenti fuori sede

Il complesso di housing sociale “Cenni di Cambiamento” di Cascina Torrette a Milano

Come funziona?

Il social housing riguarda prevalentemente case in affitto permanente che vengono assegnate agli aventi diritto per un periodo di normale locazione residenziale (4 anni + 4 anni).

Quali sono i vantaggi per la comunità?

In un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, l’housing sociale, oltre a garantire l’alloggio a tutta la popolazione, rappresenta un vantaggio per l’intera comunità:

– È un rimedio alla disuguaglianza abitativa

– Combatte l’esclusione sociale e sostiene il mix sociale

– Persegue l’efficienza produttiva, affinché la qualità  delle costruzioni nuove e di quelle ristrutturate sia la più elevata possibile

– Dispone di un’offerta flessibile, in grado di rispondere rapidamente ad un aumento della domanda

– Contribuisce al risparmio energetico

– Rappresenta un’opportunità per l’economia in generale e il settore immobiliare in particolare

Il complesso di social housing “Cascina Merlata” a Milano

Gli interni di un appartamento tipo a Cascina Merlata

 

8 Comments

  • Beatrice

    Buonasera vorrei capire cosa indendete per sociale, visto che chiedete un terzo dello stipendio l ater si basa sul’ isee e calcola l affitto su un reddito di 10.000 annui che sono circa 80 euro al mese di affitto, voi chiedete per chi percepisce 1000 euro al mese 330….

  • Virginia Caceres

    Siamo una coppia con un figlio siamo interesati del vostro progetto, per avere una vita più sereno gradirei della vostro contatto grazie

    • Lucia

      Salve sono una ragazza di 26 anni disabile al 100% in attesa di trapianto di polmoni sono a Milano con mia madre e mio fratello e fino ad ora siamo stati in appoggio con un associazione ma adesso dobbiamo andare via e cerchiamo casa con un affitto non troppo alto in quanto abbiamo come entrata solo la mia pensione con accompagnamento e mio fratello ma con contratto ad ore.. saremmo interessati a questo progetto..

  • Avv. constantinos varvarigos

    Attualmente le persone che hanno difficoltà a sostenere un affitto di un’abitazione, dovono rivolversi all’ufficio “Politiche Abitative” del proprio Comune e chiedere di poter partecipare all’inserimento in graduatoria per l’assegnazione di un alloggio popolare. Per questi alloggi si paga un canone dai 20 ai 40 euro circa e quindi conveiene attender ance due – tre anni per l’ottenimento.

  • Caterina Prelorenzo

    Buongiorno sono una signora di 67 anni sola autosufficiente e percepisco la pensione di cittadinanza. Avrei bisogno delle informazioni dove rivolgermi per un monolocale con affitto calmierato “social housing”.
    Vi ringrazio anticipatamente per la Vs. gentile risposta e Vi porgo distinti saluti. Caterina

    • Buongiorno Caterina, le condizioni variano in base al comune e al progetto. Le suggeriamo di rivolgersi agli enti che si occupano di edilizia pubblica o a progetti di social housing privato sul suo territorio, preventivamente può effettuare una ricerca su internet.

  • Diego Stefanati

    Io e mia moglie siamo interessati al Vostro progetto per vivere una vita sociale. Gradiremmo essere contattati per un incontro . Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts