Un impianto domotico all’interno della propria casa può essere un valore aggiunto molto importante: comodità unita ad efficienza energetica. Infatti, il primo pregio di un impianto domotico è quello della comodità. Spegnere le luci senza alzarsi, inserire e disinserire l’allarme in base alle esigenze, controllare tutto con il telefono in pochi passaggi e molto altro. Questi sono solo esempi, in quanto un impianto domotico nel 2022 può fare davvero tanto per renderci la vita più semplice.

L’altro aspetto è però quello dell’efficienza energetica. Non tutti sanno che gestire i vari aspetti della casa con un unico impianto domotico significa anche risparmiare su luce e riscaldamento, oltre ad ottimizzare l’utilizzo di molti strumenti.

Tuttavia, molto dipende molto dalle esigenze della singola famiglia; ogni impianto inoltre è altamente personalizzabile e proprio da questo dipende il costo, il suo funzionamento ed ovviamente anche la comodità.

Proviamo a capire meglio come funziona un impianto domotico e a chi rivolgersi per installarlo.

Impianto domotico: tanti motivi per installarlo

Partiamo dal perché una persona dovrebbe installare un impianto domotico. I motivi sono naturalmente moltissimi.

La prima è una questione di comodità. Un impianto domotico permette grazie alla tecnologia di gestire praticamente tutti gli aspetti della casa dal proprio smartphone o da un unico device posizionato in genere in una posizione centrale della casa.

Come già dicevamo, ogni casa ha le proprie esigenze, dagli elementi della struttura fino alle esigenze di chi la abita; dunque, è fondamentale progettare e realizzare un impianto che tenga conto di questi aspetti. Infatti, un altro importante pregio dell’impianto domotico è che è altamente personalizzabile. È possibile modificare le funzioni, aggiungerne o toglierne a piacimento, naturalmente anche sulla base delle competenze ed abilità di chi lo installa.

Un’altra nota a favore dell’impianto domotico è legata alla manutenzione. I costi di manutenzione sono infatti molto ridotti e le probabilità di guasti, rotture o problemi di varia natura sono molto basse. Ciò significa che oltre al costo di realizzazione ed installazione, le spese sono praticamente finite. Ancora una volta, molto dipende dalla tipologia e dalle funzioni del proprio impianto, ma mediamente i costi di manutenzione sono assolutamente contenuti.

Una soluzione di questo tipo è comoda, personalizzabile, non necessita di manutenzione e permette di risparmiare grazie all’ottimizzazione energetica.

Impianto domotico in casa: come e quando installarlo

Una considerazione apparentemente banale ma in realtà decisiva riguarda il “quando”. Infatti, predisporre ed installare un impianto domotico nel momento in cui si sta costruendo o ristrutturando la casa ha un costo completamente diverso rispetto a realizzarlo da zero su un’abitazione già fatta e finita.

Ovviamente, questo incide anche sul costo. Realizzare un impianto domotico al momento giusto è quindi fondamentale e permette di accorpare i lavori a quelli dell’impianto elettrico, che verrebbe realizzato a prescindere dal sistema domotico.

Per quanto riguarda invece gli aspetti più pratici dell’installazione suggeriamo naturalmente di rivolgersi ad un professionista, indicando le proprie esigenze e preferenze, per poi ricevere un preventivo che permette di capire a quanto ammonta la spesa da sostenere. Una volta avvenuto questo passaggio, è necessario installare il sistema e renderlo funzionante, intervenendo non solo a livello di impianto ma anche sui singoli device, come per esempio il proprio cellulare. Molte sono le piattaforme o le app che permettono la gestione da remoto, spesso fornite dall’azienda stessa che ha installato il sistema.

La valutazione circa un impianto piuttosto che un altro deve toccare anche questo punto, provando a comprendere quanto prima la praticità e comodità dell’applicazione da utilizzare, anche se in genere sono tutte piuttosto intuitive e smart. Chiunque segua la progettazione dell’impianto domotico avrà comunque ben presenti tutti questi aspetti di cui tener conto, suggerendo le migliori soluzioni anche sulla base dell’abitazione e della specifica situazione.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’