Immobili di pregio: com’è cambiato il mercato a Milano e Roma con la pandemia?

Engel & Völkers, in collaborazione con Nomisma, ha pubblicato un report con un focus particolare sul mercato immobiliare di pregio di Milano e Roma.

Per il secondo semestre 2020, il report evidenzia un calo delle compravendite meno significativo rispetto al primo semestre. In particolare, il terzo trimestre ha visto il concretizzarsi di gran parte delle transazioni compromesse durante il lockdown primaverile.

Anche il segmento di pregio della domanda ha seguito il trend verso soluzioni di dimensioni mediamente più ampie, localizzati in zone più vivibili e meno centrali. “La domanda – si legge nel report – ha invertito le priorità, guardando alla qualità e al confort dell’immobile prima ancora che alla location”.

Rimane invece molto penalizzato il mercato degli immobili più piccoli – legato prevalentemente alle locazioni turistiche – travolto dalla sospensione delle attività turistiche e dallo stop agli eventi di business e intrattenimento, che hanno reso meno appetibili anche gli investimenti.

Secondo il report, a Milano, investita pesantemente dalla pandemia, il mercato delle locazioni è passato da un eccesso di domanda ad un eccesso di offerta, determinando un calo dei canoni.

A fronte del calo lato locazioni, i valori immobiliari per le compravendite milanesi tengono o flettono in maniera contenuta. In accordo con quanto evidenziato sopra sui gusti mutati della domanda, si sono create nuove zone di interesse anche per il segmento di pregio in zone periferiche e semicentrali. Tra le zone più richieste si segnalano: Brera, nel Centro Storico; Pagano, Buonarroti, Fiera-Sempione in zona Ovest; Porta VeneziaIndipendenza in zona Est; case in vendita a Porta RomanaMuratori in zona Sud; IsolaPorta Nuova in zona Nord.

Roma ha registrato una miglior tenuta del mercato. L’interesse per il Centro Storico, principalmente da parte di investitori francesi ed anglosassoni – si è confermato dinamico – anche se con una domanda più determinata ed esigente e un’offerta più disposta alla negoziazione – specialmente nelle aree di Pigna, Esquilino, Trastevere e Monti, parallelamente a una preferenza per le zone semicentrali ed altre zone di nuova costruzione.

Per il primo semestre del 2021 l’outlook delinea previsioni attendiste con trend diversi per locazioni (ripresa subordinata alla riapertura totale delle attività) e compravendite (stazionarietà nelle zone consolidate e domanda in crescita per zone verdi e ben collegate).


Vuoi sapere se è il momento giusto per comprare, vendere o affittare casa? Su Wikicasa trovi prezzo medio e andamento dei prezzi degli immobili in vendita e in affitto per ogni comune e zona!

VAI ALLA PAGINA QUOTAZIONI IMMOBILIARI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts