Mercato immobiliare turistico: variazioni contenute nel II semestre 2020

Vaccini, passaporti sanitari test rapidi all’imbarco o all’uscita dagli aeroporti. L’uscita dal tunnel del Coronavirus per il mondo del turismo sembra essere vicina e l’estate 2021 potrebbe rappresentare il punto di svolta.

In attesa di conoscere gli effetti di queste ultime novità sull’immobiliare delle località turistiche e sul mondo degli affitti vacanzieri, abbiamo già a disposizione dati precisi sull’andamento del mercato turistico nel secondo semestre del 2020.

Secondo le analisi dell’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, infatti, nella seconda parte del 2020 i prezzi degli immobili turistici hanno evidenziato variazioni contenute:

  • -0,3% il ribasso nelle località di mare
  • +0,5% le quotazioni di quelle di montagna
  • +0,3% l’incremento per il lago

Per quanto riguarda il mare, le performance migliori per la seconda parte dell’anno si sono registrate nelle Marche (+2,1%), in Emilia Romagna (+0,5%) e in Abruzzo (+0,5%). Sostanzialmente stabili il Lazio, il Molise, il Veneto. Bene anche Sardegna, Campania e Puglia (-0,4%).   

Per le località turistiche di montagna abbiamo valori in aumento in Abruzzo (+5,9%), Veneto (+1,4%). In leggero ribasso Valle d’Aosta e Piemonte. 

Per il lago il traino è rappresentato dal lago di Garda che mette a segno un aumento dei valori dello 0,9%. Bene anche il lago di Lecco, la sponda bresciana del lago di Garda e il lago di Como. Si conferma l’interesse all’acquisto da parte dei turisti tedeschi sul lago di Garda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts