Tra tutti gli spazi della casa, la cucina ha un ruolo particolare, soprattutto per le famiglie italiane. Siamo infatti particolarmente legati all’importanza della cucina, luogo di convivialità, condivisione, estro e passione. L’italiano amante della buona cucina non rinuncia sicuramente alla bellezza estetica di questo spazio della casa, oltre naturalmente alla sua funzionalità.

Uno spazio che nasce per soddisfare un’esigenza ma che di fatto è molto di più. E’ il luogo dove si riunisce la famiglia a fine giornata, ma anche il luogo da cui tutto riparte la mattina successiva durante la colazione.

Per questo motivo, gli italiani hanno una grande passione anche per l’arredamento della cucina, con particolare tendenza in questo periodo verso la cucina che unisce due stili molto in voga: il rustico ed il moderno. Una tendenza che per altro sembra destinata a durare a lungo e che si riflette moltissimo anche in tanti ristoranti, per esempio, ma anche in caffetterie, bar ed altri locali legati al food.

Cucina stile rustico moderno: tra passato e futuro

Lo stile di arredamento rustico moderno non è altro che un ossimoro, se si guarda strettamente al significato temporale di questi due stili. Lo stile rustico è infatti tendenzialmente quello che richiama la storia, la semplicità e gli elementi d’arredo “come erano una volta”. Invece, lo stile moderno è naturalmente quello che richiama quella semplicità in modo completamente diverso; colori neutri, stile ricercato ed elegante ma contemporaneamente senza troppi particolari o dettagli che vadano ad appesantire lo stile.

Quando si dice stile moderno si intende sicuramente il dominio di superfici lisce o opache basic, senza troppi fronzoli e con un richiamo all’eleganza celata. Eleganza non vuol dire argento e oro, ma piuttosto semplicità, colori chiari e magari superfici specchiate, spesso anche con uno stile minimal nell’arredamento.

Da una parte regna la pace, dall’altra la storia e la provenienza. Questi due stili, nonostante le evidenti differenze, possono essere ricercati contemporaneamente attraverso uno stile che richiami elementi rustici nella struttura e moderni nell’arredamento o viceversa.

Il vantaggio principale è che il risultato finale è in genere di impatto, con un ottimo mix tra aspetto estetico e funzionalità. Il lato negativo riguarda in realtà lo stesso concetto, cioè quello del “mix”. Il rischio, soprattutto quanto l’abitazione è vissuta, è quello di uno stile ibrido poco convincente che risulta non essere né rustico né moderno.

L’unione di due stili è sempre elemento delicato, perché il confine tra un esperimento azzeccato ed un fallimento totale è spesso nei dettagli, nei piccoli accorgimenti. Per questo motivo, suggeriamo di scegliere lo stile rustico moderno con attenzione e consapevolezza, in base anche all’abitazione in questione ed allo stile del resto dell’abitazione.

Cucina stile rustico moderno: 3 idee di arredo

Lo stile rustico moderno prevede che si possano mischiare le idee che proviamo a fornire nelle prossime righe. Nel complesso suggeriamo di non creare un effetto troppo confuso, scegliendo un ambiente rustico con mobili moderni o viceversa; le soluzioni intermedie sono meno consigliate.

Effetto mattone

Una prima idea può essere quella di un ambiente rustico creato principalmente dall’effetto mattone delle pareti, con arredamento sostanzialmente in legno chiaro, a creare un ambiente caldo ed accogliente. Gli elettrodomestici ed in particolare la cappa, però, possono avere uno stile più moderno, con un dominio del colore nero e superfici specchiate ed eleganti. Un connubio molto interessante per una cucina moderna e vivibile lungo tutto l’arco della giornata.

Stile industriale

Un’altra idea interessante può invece essere quella dello stile “industriale”, visibile in tantissime attività aperte al pubblico come ristoranti e bar. Si tratta di uno stile che ha bisogno di ampi spazi (come accade con gli spazi industriali, molto grandi e alti), con dettagli in legno e basi in legno con doghe a vista. La zona con il rubinetto ed il lavello, le barre per gli utensili da cucina ed anche l’impianto di illuminazione avrebbero uno stile sostanzialmente industriale, con staffe, barre e in generale elementi che ricordino tubi spessi da lavoro o tubi idraulici. Lampadine appese con fili a vista e magari con uno stile grezzo, utensili a vista e magari anche oggettistica in linea con lo stile (una vecchia radio, per esempio, è un classico). Un effetto vissuto molto affascinante che, unito ad un tavolo color legno miele potrebbe dare un colpo d’occhio molto interessante.

Piastrellato

Un altro stile moderno ma comunque rustico prevede delle piastrelle, magari bianche lucide o comunque chiare, con mobilio composto da pensili a vista che si sviluppano in altezza e che fanno sembrare la stanza più grande. Anche in questo caso gli utensili a vista non stonano ed anzi un tocco di colore potrebbe essere dato dalle pentole in rame a vista.

In generale, ci sono diversi elementi ricorrenti in questo stile. Ad esempio il legno chiaro ed a volte dall’effetto grezzo, ma anche il mobilio bianco o la presenza di richiami storici sia degli ambienti rustici che di quelli industriali.

Creare un effetto rustico è piuttosto semplice, perché è banalmente un ritorno alle origini e permette di riscoprire uno stile vissuto, caldo, che sfocia in quello che chiamiamo stile country. Ci sono però anche degli svantaggi, come visto in precedenza, ed in generale la tendenza non può che continuare.

Molti anni fa, infatti, siamo andati verso l’urbanizzazione e quindi lo stile delle città ha preso il sopravvento, mentre ora c’è una riscoperta delle campagne e degli spazi fuori dalla frenesia della città, cosa che poi si va a rispecchiare nello stile rustico e country di cui abbiamo visto alcuni esempi lungo l’articolo.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’