Focus sulla Casa Smart al CES, la fiera dell’elettronica di consumo di Las Vegas

Il mercato dei prodotti e delle tecnologie legate alla Smart Home ha segnato una crescita del +6,7% nel 2020, a livello mondiale. È cambiato il modo di vivere la casa e questo è di grande interesse per i grossi brand.

Alla sua prima edizione virtuale in 54 anni di storia, il Consumer Electronic Show, quest’anno ha avuto meno espositori (1900 contro i 4500 dell’anno precedente) e dimensioni più ridotte.

Ma, allo stesso tempo, scevra dal clamore e dalla patina glamour degli scorsi anni la fiera – con i brand partecipanti – si è concentrata sui cambiamenti e le evoluzioni in atto nei comportamenti dei consumatori (quest’anno ce ne sono stati parecchi), offrendo segnali tangibili su dove il mercato e la tecnologia si stanno dirigendo.

Soluzioni integrate

Durante l’anno che si è appena concluso, milioni di persone di tutte le età ed estrazioni hanno dovuto reinventarsi in maniera smart sotto il punto di vista della tecnologia, semplicemente perché non avevano altre opzioni, raggiungendo nuovi livelli di competenza digitale nella propria quotidianità.

Come spiegato dal report sui trend Tech del 2021 di WaveMaker, la seconda più importante agenzia media al mondo “che si sia trattato di trovare nuovi modi per rimanere in contatto con i propri cari, di continuare a lavorare, o – semplicemente – di fare la spesa, tutti noi ci siamo adattati a nuove esperienze digitali”.

Motivo per cui, il tema chiave per i brand nel 2021 è l’integrazione tecnologica, tra piattaforme e dispositivi.

La Casa come Hub

La casa è sempre stata il fulcro della vita domestica, già prima della pandemia. Quest’anno però i confini tra vita domestica, lavorativa e ricreativa si sono inevitabilmente sovrapposti.

La pandemia ha segnato uno spartiacque sul tema della casa intelligente: dal 2020 in poi – per tutte le ragioni sopra elencate – il fatto di vivere in una casa smart non è più un’opzione ma un must.

C’è un crescente interesse da parte dei consumatori verso i prodotti smart e i temi del benessere e della salute tra le mura domestiche, molto semplicemente perché le persone fanno i conti con la consapevolezza di dover passare molto più tempo in casa nel prossimo futuro.

Questo ha avuto un impatto importante in settori come il fitness, i rivenditori di mobili o i produttori di elettrodomestici.

Come si stanno muovendo i brand?

Il report di WaveMaker riporta due esempi tangibili.

Il primo è quello di LG, che sta ridefinendo il concetto di casa e sviluppando nuovi prodotti e servizi pensati per rendere più comoda, confortevole e divertente la vita di tutti i giorni tra le mura domestiche, combinando una tecnologia all’avanguardia con il design e la facilità d’uso, in un modo non invadente che risolve le frizioni quotidiane.

Gli elettrodomestici Furniture Concept sono progettati per sfumare il confine tra elettrodomestici all’avanguardia e arredi di design. LG ha poi annunciato che Google Stadia e Nvidia GeForce stanno arrivando sui televisori LG 2021, offrendo più giochi e altre opzioni progettate per fornire un migliore intrattenimento domestico.

Kohler si focalizza sul benessere creando una sorta di home spa, con una vasca da bagno ‘Stillness’ rilassante, ispirata alle terme giapponesi, WC smart e rubinetti Touchless con erogazione automatica di acqua e sapone a mani libere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts