Milleproroghe: le misure sull’immobiliare.

Senato-Palazzo-Madama

Il decreto Milleproroghe approvato Giovedì 16 Febbraio, in prima lettura dal Senato, contiene alcune disposizioni di particolare interesse per il settore immobiliare.

Il riferimento è, in particolare, alla proroga (contenuta già nel testo originale del decreto) al 30 giugno 2017 del termine per installare, nei condomini con impianti centralizzati, sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore. Con tale proroga è stata scongiurata l’applicazione delle sanzioni (da 500 a 2.500 euro per ciascuna unità immobiliare) nei confronti dei proprietari di casa.

Altra disposizione interessante è poi la proroga al 31 dicembre 2017 della detrazione Iva per l’acquisto di case in classe energetica A e B dalle imprese costruttrici. La detrazione è pari al 50% dell’imposta dovuta sul corrispettivo d’acquisto ed è ripartita in dieci quote nell’anno in cui sono sostenute le spese e nei nove periodi di imposta successivi.

Viene anche prorogata al 31 dicembre 2017 l’esenzione dal pagamento dell’Imu sui fabbricati (quali case non adibite ad abitazioni principali e capannoni) danneggiati dagli eventi sismici del maggio 2012, fino al ripristino dell’agibilità degli stessi, coerentemente con le esigenze di completamento del processo di ricostruzione privata. E’ stata inoltre disposta la proroga della sospensione dei mutui in essere su abitazioni danneggiate dallo stesso sisma del 2012.

Viene abrogato, inoltre, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016, il comma 2 dell’articolo 8 della legge 431/98, che subordina la facoltà di usufruire della deduzione del 30%, ai fini Irpef, del reddito da locazione derivante da contratti agevolati (3 anni più 2) all’indicazione da parte del locatore nella dichiarazione dei redditi degli estremi di registrazione del contratto di locazione nonché della denuncia dell’immobile ai fini dell’applicazione dell’Ici (ora Imu-Tasi).

Scopri le altre notizie di news.wikicasa.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *