Le Case tra i Patrimoni dell’Unesco – Prima Parte

Home / Curiosità / Case / Le Case tra i Patrimoni dell’Unesco – Prima Parte

Non ci sono solo la Muraglia Cinese, il Colosseo o il Taj Mahal nella lista dei Patrimoni dell’Unesco. Sono infatti diverse le case, i castelli e le dimore storiche entrate a far parte dei Patrimoni dell’Umanità per il loro valore storico e artistico. Ecco la prima parte della guida dedicata alla scoperta di queste straordinarie opere:

Casa sulla cascata – Frank Lloyd Wright

Casa sulla cascata - Frank Lloyd Wright -  Patrimoni dell’Unesco

La casa sulla cascata, conosciuta anche come casa Kaufmann dal nome del proprietario, è un perfetto esempio di integrazione tra architettura e paesaggio naturale. La casa sorge sopra una cascata tra la vegetazione, e le terrazze sembrano estendersi naturalmente dalle rocce, creando un forte effetto scenico. L’architetto Frank Lloyd Wright ha progettato la casa basandosi sul concetto di “architettura organica” che ricerca l’armonia tra l’ambiente costruito e la natura circostante. La casa sulla cascata è una new entry nella lista dei Patrimoni dell’Unesco: è stata inserita soltanto nel 2019.

Casa Batlló – Antonio Gaudi

Patrimoni dell’Unesco - Casa Batlló - Antonio Gaudi

Casa Batlló è la casa più celebre di Barcellona. Realizzata dal grande architettò Gaudi, trasformando completamente un edificio preesistente, spicca tra le costruzioni circostanti per le sue insolite forme originali. La facciata del palazzo, riccamente decorata con maioliche e vetri istoriati, sembra richiamare forme di vita marine. La struttura dei balconi ricorda ad alcuni teschi e ossa: questa particolarità le ha fatto guadagnare il soprannome di “Casa de los huesos”. Proprio per la sua straordinaria unicità nel panorama architettonico Casa Batlló è stata inserita tra i Patrimoni dell’Unesco nel 2005.

Castelli della Valle della Loira

Patrimoni dell’Unesco - Castelli della Valle della Loira

I Castelli della Valle della Loira sono un complesso di oltre 300 edifici storici costruiti a partire dal X secolo, quando i nobili francesi trasferirono in questa regione le loro dimore estive. Alcuni tra questi sono perfettamente conservati e attirano ogni anno migliaia di turisti. Il Castello di Chenonceau, abitato nel passato da Caterina de ‘Medici, è famoso per la sua incredibile posizione. Parte dell’edificio è costruito direttamente sul fiume Cher e per questo viene chiamato il “Castello sull’Acqua”. Il suo riflesso sullo specchio d’acqua sottostante crea un’atmosfera fiabesca e magica, rendendolo il castello più suggestivo di tutta la Francia.

Villa Almerico Capra – Andrea Palladio

Villa Almerico Capra - Andrea Palladio - Patrimoni dell’Unesco

Villa Almerico Capra, conosciuta come “La Rotonda”, è una dimora veneta situata presso la città di Vicenza. L’architetto Andrea Palladio ha progettato l’abitazione nel 1566-1567, inserendovi molti elementi classici: colonne ioniche, frontoni e statue di divinità greche e romane. L’eleganza delle sue forme e la simmetria della struttura l’hanno resa un modello per l’architettura dei secoli successivi, tanto da entrare nella lista dei Patrimoni dell’Unesco nel 1994. Dalla sua costruzione è una tappa irrinunciabile per poeti, artisti e turisti da tutto il mondo. Dopo averla visitata, lo scrittore Goethe scrisse “Forse mai l’arte architettonica ha raggiunto un tal grado di magnificenza”. Continua.

Per chi volesse approfondire, ecco la lista completa dei Patrimoni dell’Unesco e quella dei Patrimoni Italiani aggiornati al 2019.

Se volete scoprire altre case incredibili date un’occhiata alla nostra sezione “Case“!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *