Un attico è sempre un attico, Roma è sempre Roma. Ma un attico in uno dei punti più significativi della città eterna che è stato luogo d’ispirazione e realizzazione di alcune delle più grandi composizioni per il cinema… beh, è un’altra storia.

Parliamo di un meraviglioso attico in centro a Roma che è stato proprietà di Ennio Morricone, il premio Oscar scomparso nel luglio del 2020, e che ora è in vendita all’asta. Una struttura in cui si mescolano storia, fascino, vista mozzafiato, eleganza ed esclusività. Christie’s International Real Estate Rome Exclusive assegnerà all’offerta più elevata, a partire da una base di 12 milioni di euro.

La probabilità che l’attico venga assegnato per una cifra ben più alta è elevata; infatti al fascino della struttura e della zona si va ad aggiungere anche il fatto che sia stato di proprietà proprio di Morricone, il quale ci ha vissuto per tanti anni.

Christie’s Real Estate Roma: eleganza e storia

Può sembrare di secondaria importanza la casa d’aste che ha messo questo immobile a disposizione potenzialmente di chiunque, ma non è così. Si tratta infatti della casa d’aste più famosa del mondo, sinonimo di eleganza, ricercatezza e quel tocco d’élite che un immobile del genere non può non avere.

La base d’asta, come detto, è di 12 milioni di euro ma c’è un’ottima probabilità che si vada ben più su con le cifre, a testimoniare quanto si tratti di una struttura esclusiva e non certo alla portata di tutti. Proprio Christie’s sottolinea poi alcune caratteristiche tecniche e pratiche di questa struttura che rendono l’abitazione ancora più appetibile.

Parliamo infatti di un attico al terzo e quarto piano di una struttura storica, Palazzo Muti Bussi, a pochi passi da piazza Venezia e dal Campidoglio, con una concierge 24 ore su 24, un ascensore e ben due posti auto personali, fondamentali per chi volesse muoversi nella città eterna con la propria auto.

Un attico nel complesso invidiabile che unisce la storia alla contemporaneità e che dà la possibilità di vivere in uno dei posti più evocativi di tutta la città. Offre una vista mozzafiato inestimabile proprio su alcuni monumenti rappresentativi di Roma, come l’Altare della Patria ed anche lo stesso Campidoglio.

L’attico di Morricone in vendita a Roma, spazi interni e non solo

La struttura di proprietà del compositore è articolata su due piani ed ha una superficie di circa 1.000 metri quadri totali. All’interno dell’abitazione lo stile è perfettamente coerente con la storia che si respira nella fantastica zona in cui è collocato. Adornano la casa pezzi dell’Antica Roma, opere d’arte e mobilio di grande pregio e valore.

Lo stesso Morricone aveva dato modo di vedere l’abitazione nel documentario a lui dedicato, in cui venne intervistato proprio all’interno della sua casa; si intravedeva l’enorme salone collocato all’ingresso, pensato proprio per accogliere ospiti e per essere uno spazio comune grande, spazioso e raffinato.

Il soffitto a cassettoni, inoltre, è un elemento che ritorna in tutta l’abitazione e dà un tocco meraviglioso a diversi spazi, tra cui anche lo stesso salone d’accoglienza. C’è poi un enorme studio con tre grandi finestre che si affacciano sul Campidoglio, dove possiamo immaginare che il premio Oscar abbia passato ore e ore, giorni e giorni, immerso nella sua creatività ed in un contesto estremamente adatto a trovare l’ispirazione.

Sempre al piano inferiore vi sono anche la sala da pranzo, la cucina, quattro camere da letto ed altrettanti bagni. Al piano superiore, invece, troviamo tre saloni con soffitti con travi a vista e con altrettanti terrazzi di cui uno abitabile, che permettono di avere una vista praticamente a 360° sulla città di Roma.

Completano il piano superiore la cucina, cinque camere, quattro bagni e una zona di servizio. Un vero e proprio attico da sogno, a prescindere dal valore dal fascino che porta con sé, anche dal punto di vista degli spazi e della struttura.

L’attico di Morricone in vendita a Roma: ecco perché l’artista l’aveva lasciato

Una struttura del genere non può che essere entrata nel cuore dell’artista italiano, per posizione, eleganza e fascino. C’è però da dire che il premio Oscar decise di lasciarlo poco più di due anni prima della sua morte, a causa principalmente del caos a cui la zona inevitabilmente lo esponeva.

Un musicista come Morricone aveva senza dubbio bisogno di silenzio, concentrazione e calma, mentre il caos della città faceva parte della sua quotidianità in questo meraviglioso attico, veramente immerso in Roma, in tutti i sensi.

La scelta era quindi ricaduta sull’Eur, una zona completamente diversa ma comunque affascinante ed a suo modo unica. Morricone aveva giustificato la scelta al Messaggero, spiegando che proprio il caos non era più accettabile lasciando trasparire anche una certa tristezza nell’ammetterlo.

Una casa che ha profondamente amato e che probabilmente ha avuto un ruolo rilevante nelle composizioni di un vero e proprio genio della musica, fino alla fine immerso nel fascino di una città che non ha eguali.

Fascino che ora passerà nelle mani di un nuovo proprietario, per 12 milioni di euro o forse molto di più, ma in ogni caso in cambio di un fascino inestimabile nel cuore di Roma e, in un certo senso, nel cuore della storia del cinema.

Condividi sui social:

0 CommentiChiudere commenti

Lascia un commento

Iscrivit alla nostra newsletter’