Real Estate Marketing: 2017 l’anno che ne sancirà la nascita

realestatemarketing

E’ tempo di bilanci nelle agenzie immobiliari dislocate su tutto il territorio italiano.

Siamo certi che l’analisi non si limiterà ad un mero confronto di fatturato rispetto al precedente anno ma le riflessioni effettuate saranno molteplici.
La figura dell’agente immobiliare è in evoluzione e, che lo si voglia o no, bisogna entrare nell’ottica che la routine giornaliera ed annuale si modificherà profondamente.
Il cambiamento riguarderà anche gli strumenti a cui gli agenti si affidano e la pianificazione avrà un ruolo cruciale nelle chance di successo.

Chi avrà la forza e le capacità di investire correttamente nel marketing avrà successo.

E’ questa la nostra previsione, la affermiamo con forza e, di seguito, proveremo a dare delle linee guida che, siamo certi, gli agenti più lungimiranti leggeranno attentamente.

Analisi dei Dati

Fino a qualche tempo fa un buon agente immobiliare aveva spiccate doti relazionali: la capacità di instaurare un rapporto fiduciario col cliente affinché questo si lasciasse consigliare e seguire nella scelta relativa all’acquisto di un appartamento.
Ora al centro ci sono i dati, che costituiscono un vero e proprio valore aggiunto. Ciò che conta è saperli leggere, decifrare ed interpretare. L’agente immobiliare moderno deve avere padronanza di strumenti come Google Analytics per monitorare i dati relativi al sito aziendale, o ad una campagna che punta ad una CTA (call to action) da parte dell’utente, semplicemente agganciando lo strumento al proprio sito internet aziendale.

Anche Zuckerberg, il numero uno di Facebook, ha dotato i possessori di una pagina, Facebook Business, per verificare i dati riguardanti i followers, le loro caratteristiche ed i loro interessi.

Dietro ad ogni scelta, strategica e non, ci deve essere un’attenta analisi dei dati e questa deve essere guidata da test atti a intraprendere la strada migliore.

Brand Awareness

L’obiettivo deve essere quello di diventare nella mente dei clienti/consumatori la prima opzione per soddisfare un determinato bisogno. L’agenzia immobiliare diventa un marchio, una certezza, garanzia di professionalità e di trasparenza.

Riuscire ad associare il vostro brand al bisogno dei consumatori è garanzia di successo ma per farlo serve fornire un differenziale reale ed importante che spinga il cliente ad affidare a voi l’incarico di vendere o cercare casa per lui pagando una commissione.

Il sito aziendale è solo uno degli strumenti utilizzabile, a questo vanno affiancate pubblicità online ed offline, campagne social mirate ad aumentare la conoscibilità di marca presso l’audience target.

Virtual Tour e Realtà Aumentata:

Differenziale, è questa la parola chiave che spinge un cliente a rivolgersi ad un’agenzia invece che ad un privato.

La ricerca della casa deve diventare un viaggio, un tour capace di suscitare sogni ed emozioni e non uno stress.

In questo senso virtual tour e realtà aumentata segneranno la vera e propria per agenti e clienti. Immaginate la vostra agenzia come un salotto interattivo in cui, con gli strumenti giusti, il compratore possa visitare più appartamenti senza muoversi riducendo costi, tempi e impegno.

La tecnologia ed il digitale sono stati sdoganati in qualsiasi settore ed è ora che anche l’immobiliare si adegui investendo in questo senso.

Portali immobiliari

Non giriamoci intorno, la scelta dei portali immobiliari riguarda una grossa fetta del vostro budget marketing.

I portali hanno assunto un’importanza cruciale nella vendita, dal momento che permettono ai nostri immobili di essere accessibili in qualsiasi momento da milioni di utenti.

Un buon portale deve avere delle caratteristiche precise affinché l’investimento sia motivato.

In primis, crediamo che tutti gli agenti concordino nel pensare che la prima caratteristica di un portale debba essere quella di avere un ritorno importante in termine di contatti, richieste e telefonate rispetto al budget allocato.

Chi pensa di averla vinta investendo sempre di più sul portale che è primo su Google e sceglie di star in testa al listato del portale stesso dimostra di non aver capito nulla di come si sta evolvendo il marketing digitale.

Il campo di battaglia si è spostato sul terreno di banner, retargeting, aggregatori, social ed Adwords. Sono questi i canali che un portale utilizza per dare la giusta visibilità ai vostri immobili portando il cliente direttamente sui vostri annunci.

Altro aspetto da non sottovalutare è quello legato ad un allineamento di obiettivi tra agenzia e portale immobiliare: il portale deve fare gli interessi dei suoi clienti paganti, esaltandone il differenziale rispetto alla mera promozione disintermediata da parte del privato.

Il consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di imitare i grandi imprenditori, i quali differenziano sempre i loro portafogli investimenti. Allocate budget minori su diversi portali, metteteli alla prova ed esigete da loro rispetto e valore aggiunto perché sono i vostri soldi a tenerli in vita.

Sono questi i fattori da tenere in considerazione per implementare un’adeguata pianificazione, una vincente strategia di Real Estate Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts