• Filtri
  • Arona

    Villa

    • G
    • 120 m2
    • 5  Locali
    • 2  Bagni

    350.000

    Arona, a pochi metri dalla statua del San Carlo, con stupenda vista Lago, proponiamo casa con ampio terreno privato. L'immobile principale è composto un appartamento bilocale al piano rialzato di circa 60 mq ed un garage, locale cantina e caldaia al piano seminterrato. Adiacente all'immobile principale vi è inoltre un rustico di circa 65 mq posto su due livelli anch'esso con stupenda vista lago. Il terreno che circonda i due immobili ha una superficie di circa 9'000 mq terrazzato. ARONA Seguite gli aggiornamenti in tempo reale anche sulla nostra pagina Facebook "Professionecasa Arona" mettendo MI PIACE sulla pagina. Trovate tutte le nostre proposte immobiliari al sito ------> http://www.professionecasa.it/agenzia-immobiliare/arona/454.html La città di Arona è situata sulla sponda piemontese del lago Maggiore ed è attraversata dal torrente Vevera, che qui sfocia nel lago. All'intorno si estendono i bassi rilievi collinari di origine morenica (chiamati "motti"), inglobati nel Parco naturale dei Lagoni di Mercurago dove, nel 1860, venne individuato il primo insediamento palafitticolo rinvenuto in Italia. Anche la maggior parte del territorio comunale è di tipo collinare, con altitudini che vanno progressivamente degradando da nord verso sud (e da ovest verso est nel centro abitato) dai 513 m di Motto Mirabello (presso la frazione Dagnente) fino ai 195 m in riva al lago. I rilievi collinari sono in genere ricoperti da boschi che occupano oltre la metà del territorio aronese, sul 33% della superficie si stendono le aree urbanizzate e sul 9% prati o pascoli; percentuali minori sono destinate a parchi, giardini e aree verdi sportive (2,3%), orti, frutteti, vivai e vigneti (1,7%), incolti erbacei (1%) e seminativi (0,4%).[5] La prima documentazione scritta che conferma l'esistenza di una località socialmente organizzata chiamata Arona risale al 979: si tratta di un'attestazione che consente di individuare tale data solo per induzione, tant'è che alcuni storici sostengono invece che si tratti del 963. In ogni caso la presenza dell'uomo in questa parte meridionale del Lago Maggiore è confermata ben più addietro nel tempo e risale alla preistoria; in località Lagoni infatti, presso la frazione di Mercurago, furono rinvenuti nel 1860 un insediamento palafitticolo risalente all'età del bronzo (attivo dal XVIII al XIII secolo a.C.) e, nel 1971-1972, una necropoli golasecchiana della fine del VI - inizi del V secolo a.C. Tracce umane sono documentate anche nella torbiera di Motto San Carlo, nella quale è stata rinvenuta una punta di freccia risalente al Neolitico e l'unico oggetto dell'Età del Rame. Dei reperti lignei estratti nell'Ottocento, come i resti di tre ruote che giravano in folle sopra un asse centrale ed erano dotate di rudimentali raggi non concentrici e quelli di una piroga scavata in un tronco d'albero, restano solo i calchi in gesso.

  • Via Mottarone, Pombia

    Villa

    • F
    • 180 m2
    • 5  Locali
    • 2  Bagni

    175.000

    Ottima posizione porzione di bifamiliare con terreno privato di 2000 mq. Troviamo un ampio laboratorio con altezza di 3,50 mt. al piano seminterrato con "possibilità di recupero a fini abitativi". Inoltre il piano rialzato è composto da soggiorno, cucina abitabile, tre camere e bagno, oltre due box esterni ed una piccola depandance. Ottima soluzione! I Conti di Pombia, i Conti di San Giorgio e i conti Della Porta I ruderi dell'antico castello Nelle vicinanze sorge l'abitato di San Giorgio, sede di un'arimannia fin dall'epoca longobarda, mentre la stirpe feudataria della contea era franca. Restano pochi residui delle tombe arimanniche e dell'antica chiesa di San Giorgio, risalente al IX secolo, un tempo circondata da un fortilizio che serviva ai Conti per il controllo delle aurifodine sul Ticino e per riscuotere i diritti di passaggio sul fiume; dall'abitato si osserva anche il rudere del castello di Pombia che fino al XII secolo ospitò i conti di Pombia, feudatari, discendenti di Arduino re d'Italia. Nel 1028 il titolo di conte di Pombia passò a Guido I, che darà inizio alla stirpe dei conti di Biandrate con Guido II, il quale nel 1070 acquistò castelli a Biandrate ed in Valsesia. Questo ramo principale della famiglia, in seguito alla donatio Riprandi, fondò l'Abbazia dei Santi Nazario e Celso di San Nazzaro Sesia, tuttora esistente. Nell'abitato di San Giorgio, presso il castello di Pombia, rimase un ramo cadetto, il cui stipite fu Albrecht di Pombia; questo ramo era di stirpe franca ma con profondi legami anche familiari con i longobardi della fara di San Giorgio. Da questo ramo cadetto dei conti di Pombia discesero gli Alberti, poi conti Della Porta estintisi alla metà del Novecento dopo aver preso la contea di Suno e, con diretta discendenza da Ferrabue conte di Pombia, discendono i Bertinotti di San Giorgio, di nobiltà imperiale asburgica ed ungherese (discendenti per linea femminile dei principi conti di Celje), tuttora fiorenti ed attualmente decorati del titolo di conti di Pombia e Varallo, conti palatini e nobili del Sacro Romano Impero (ex regia patente di Vittorio Amedeo III del 1792) e di quello di Vitéz di Ungheria per decreto del palatino di Ungheria Josef Arpad d'Asburgo: levano per armi uno scudo d'oro a tre pali di rosso, il tutto accollato all'aquila bicipite, alias alla basilica e alle chiavi decusse (per breve pontificio del 1511 che li elevò alla contea palatina lateranense); corona di conte.

  • Via Ceserio, Oleggio Castello

    Trilocale

    • 75 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagni

    120.000

    Grazioso appartamento senza spese condominiali, totalmente ristrutturato a nuovo. L'immobile si compone di ingresso indipendente dal terrazzo privato, soggiorno, cucina abitabile, camera matrimoniale, cameretta/studio e bagno. L'appartamento si completa di posto auto e giardinetto privato. Termoautonomo. Il paese si fonda topograficamente in un incrocio di alcune provinciali provenienti dai paesi vicini con la Strada statale 142 Biellese, del quale risulta diviso in due; per inciso la suddetta Regionale segna l'esatto punto di inizio del Vergante (assimilabile alle prealpi) dalla pianura padana: il paese risulta perciò per metà in pianura e per metà lievemente in collina. Fortunata anche la posizione, poiché dista pochi chilometri da Arona, noto centro turistico del Lago Maggiore; negli ultimi anni ha visto crescere notevolmente la sua popolazione proprio per la felice posizione e per l'accoglienza dei paesani. Venne probabilmente fondato dai Celti, poi conquistato dai Romani e infine popolato dai Longobardi, che ne lasciarono il nome antico Olegio qui dicitur Longobardorum. La dignità di comune affonda nella notte dei tempi, salvo un periodo fra il 1928 e il 1947 nel quale venne fuso coi comuni di Paruzzaro e Montrigiasco, con capoluogo a Paruzzaro. Al momento della scissione nel 1947, Montrigiasco rimase frazione, e rimase sotto Paruzzaro fino al 1960, anno in cui diventò frazione di Arona. Il paese poggia la sua economia locale su alcune piccole fabbriche nei dintorni, in prevalenza nel comune del vicino Paruzzaro.

  • Via San Grato, Paruzzaro

    Villa

    • 140 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    295.000

    In zona residenziale di recente costruzione, proponiamo Ville singole in costruzione. L'immobile è disposto su due livelli e composto da ampio porticato coperto, ingesso, soggiorno living con cucina a vista, camera matrimoniale e bagno al piano terra, due ulteriori camere, bagno e balconata al piano primo. La villa si completa di ampio box auto doppio di circa 35 mq oltre locale lavanderia e giardino privato che varia in base alle soluzioni dai circa 400 mq ai circa 650 mq. Ottime finiture interne ed esterne. PARUZZARO Paruzzaro (Parscé in piemontese e Parscee in lombardo) è un comune italiano di 2.173 abitanti della provincia di Novara. Paruzzaro è un comune collinare del Piemonte orientale che si trova a 334 m. s.l.m. al confine con Invorio - comune considerato "Porta" del Vergante - e il vicino basso Novarese. L'etimologia del toponimo è assai discussa. Alcuni studiosi accostano Paruzzaro a “paluciarius”, cioè "palizzata" con riferimento a una probabile origine palafitticola. Altri, invece, rimandano alla voce piemontese “parussina”, nel significato di ‘cinciallegra', dando al toponimo il valore di "luogo ricco di cinciallegre. Dei primi abitanti di quest'area non sono state recuperate tracce certe, anche se alcuni ritrovamenti evidenziano la presenza preromana e romana. Paruzzaro viene citato per la prima volta in un documento del 1034 d.C, dove viene definito "loco Olegio qui dicitur Paruciaro". Invece, in altri documenti, ha più volte assunto l'appellativo di "longobardorum", vista la stretta relazione coi Longobardi. In seguito, una volta passato dai Longobardi ai Franchi, Paruzzaro rientra nel "Comitato di Pombia". Nel 1928 a Paruzzaro sono stati aggregati, come frazioni, gli abitati di Montrigiasco e Oleggio Castello. Tuttavia, nel 1948, Oleggio Castello torna ad essere comune autonomo; mentre Montrigiasco nel 1960[2]. A differenza del passato, oggi l'agricoltura è praticata da pochi. Numerose, invece, sono le aziende operanti nei comparti alimentare, chimico, tessile, delle confezioni, delle calzature, del legno, della carta, della lavorazione di articoli in gomma e in plastica. Nel Medioevo passò dalla famiglia Da Castello, prima, e ai Conti di Biandrate, poi.

  • Via dei Boschi, Oleggio Castello

    Villa

    • C
    • 200 m2
    • 7  Locali
    • 3  Bagni

    410.000

    In zona residenziale, immersa nel verde, stupenda villa singola totalmente ristrutturata. L'immobile disposto su due livelli, si compone di soggiorno doppio con camino, cucina abitabile separata, tre camere e due bagni al piano terra, oltre cucina di servizio per i pranzi all'esterno con forno a legna, l'intero piano circondato da un grazioso porticato coperto; Al piano primo mansardato, a cui si può accedere da un ingresso indipendente, troviamo altri tre ampi locali/studio, ripostiglio e bagno con doccia idromassaggio. La villa è circondata da giardino di circa 3'500 mq, per una totale privacy e tranquillità.

  • Via Aldo Moro, Oleggio Castello

    Trilocale

    • D
    • 90 m2
    • 3  Locali
    • 2  Bagni

    167.000

    Stupendo trilocale doppi servizi di recente costruzione. In piccola palazzina di soli quattro appartamenti con riscaldamento autonomo e senza spese condominiali, proponiamo immobile composto da soggiorno con affaccio su grazioso terrazzino con tenda parasole, cucina abitabile a vista con secondo balcone, camera matrimoniale, camera singola e doppi servizi di cui uno con doccia ed uno con vasca. I pavimenti sono in parquet massello nel soggiorno, corridoio e camere, mentre in ceramica nei bagni e cucina. Serramenti in legno con doppi vetri. Riscaldamento autonomo con caldaia a condensazione nuova. OLEGGIO CASTELLO Il paese si fonda topograficamente in un incrocio di alcune provinciali provenienti dai paesi vicini con la Strada statale 142 Biellese, del quale risulta diviso in due; per inciso la suddetta Regionale segna l'esatto punto di inizio del Vergante (assimilabile alle prealpi) dalla pianura padana: il paese risulta perciò per metà in pianura e per metà lievemente in collina. Fortunata anche la posizione, poiché dista pochi chilometri da Arona, noto centro turistico del Lago Maggiore; negli ultimi anni ha visto crescere notevolmente la sua popolazione proprio per la felice posizione e per l'accoglienza dei paesani. Venne probabilmente fondato dai Celti, poi conquistato dai Romani e infine popolato dai Longobardi, che ne lasciarono il nome antico Olegio qui dicitur Longobardorum. La dignità di comune affonda nella notte dei tempi, salvo un periodo fra il 1928 e il 1947 nel quale venne fuso coi comuni di Paruzzaro e Montrigiasco, con capoluogo a Paruzzaro. Al momento della scissione nel 1947, Montrigiasco rimase frazione, e rimase sotto Paruzzaro fino al 1960, anno in cui diventò frazione di Arona. Il paese poggia la sua economia locale su alcune piccole fabbriche nei dintorni, in prevalenza nel comune del vicino Paruzzaro.

  • Strada Provinciale Alto Vergante, Nebbiuno

    Bilocale

    • 60 m2
    • 2  Locali
    • 1  Bagni

    105.000

    In grazioso residence con piscina e parco condominiale, proponiamo ampio bilocale posto al secondo ed ultimo piano. L'appartamento con stupendo terrazzo con vista sulla piscina e sul lago, si compone di soggiorno con camino, cucina semi abitabile, bagno ed ampia camera matrimoniale suddivisa in due tramite un comodo armadio a muro. Completo di box auto. Ottimo come seconda casa!

  • Varallo Pombia

    Villa

    • E
    • 360 m2
    • 5  Locali
    • 2  Bagni

    490.000

    Signorile villa singola di mq 180 di appartamento più mq 180 di garage, magazzino e cantina. Parco di mq 6.500. L'immobile è composto da piano seminterrato con garage, magazzino, ripostiglio, cantina, locale caldaia, porticato; piano rialzato con ingresso, ampio soggiorno con vetrate, zona pranzo, tinello, disimpegno, tre camere, due bagni, balconi, veranda. Prezzo da definire in fase di trattativa in ufficio.

  • Pombia

    Casa indipendente

    • D
    • 260 m2
    • 4  Locali
    • 1  Bagni

    198.000

    Vendesi casa indipendente con mq 110 di appartamento più mq 150 di laboratorio seminterrato più doppio box più due locali ripostiglio più giardino. L' appartamento è composto da ingresso, cucina abitabile con antistante terrazza di mq 96, soggiorno con balcone, tre camere, bagno. RICHIESTA €. 198.000,00.

  • Via per Ghevio, Meina

    Trilocale

    • 60 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagni

    100.000

    Un angolo di paradiso a pochi minuti da Arona. Nella collina tra Arona e Meina, comodissimo dall'uscita autostradale di Meina Ghevio, troviamo questo piccolo ma grazioso complesso con vista sulle colline e sul lago. L'appartamento in vendita è posto al piano terra, con giardino privato da cui si gode di una rilassante vista aperta sul lago, composto da soggiorno con cucina a vista, camera matrimoniale, cameretta e bagno. Completa di due box auto e splendido giardino condominiale piantumato. MEINA Seguite gli aggiornamenti in tempo reale anche sulla nostra pagina Facebook "Professionecasa Arona" mettendo MI PIACE sulla pagina. Meina (Mèina in piemontese e in lombardo) è un comune italiano di 2.517 abitanti della provincia di Novara in Piemonte. È situato sulla sponda piemontese del Lago Maggiore alla foce del torrente Tiasca. Situato sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, il comune ha seguito con i suoi abitanti le vicende dapprima del Ducato di Milano e dei Borromeo, conti d'Arona, in seguito del Regno di Sardegna, poi di quello d'Italia. Fu nei secoli residenza o luogo di villeggiatura di molte famiglie appartenenti alla nobiltà e all'alta borghesia lombarda e piemontese: per antichità di possessi si distinsero i nobili Luatti o Lovati, accanto alle nobili famiglie Visconti di Massino e Sessa (estinta nei Gatti Grami), residenti però a Lesa. Più recentemente, dall'Ottocento, elessero Meina a luogo di villeggiatura le nobili famiglie Caccia-Piatti, Fossati de Regibus, Bossi Fedrigotti, ma soprattutto Faraggiana, che nella seconda metà del secolo edificarono un sontuoso palazzo con parco in stile neoclassico. Tra le famiglie borghesi invece si ricordano i Mondadori, proprietari dell'omonima villa, i novaresi Luoni e Galli, ma anche i Favini, milanesi, che commissionarono la costruzione di Villa Carlotta, oggi Hotel Paradiso. Nel corso dell'ottocento Meina diventa un rilevante centro industriale: potendo sfruttare le acque del Tiasca si insediarono tre importanti cartiere, tutte dotate di macchine a vapore continue. A queste si aggiunse prima, nel 1854, una filatura di seta e quindi, per iniziativa dell'imprenditore Emilio Foltzer, una grande fabbrica di oli lubrificanti e grassi per macchine. Nel territorio del comune si insediarono altre fabbriche di più modeste dimensioni e importanza.

  • Arona

    Bilocale

    • B
    • 73 m2
    • 2  Locali
    • 1  Bagni

    126.000

    In zona tranquilla e residenziale, comoda con i servizi, all'interno di palazzina di recente costruzione, proponiamo soleggiato appartamento bilocale CON GIARDINO E TERRAZZO con cucina abitabile, servizi. Come nuovo! Cantina al piano terreno, riscaldamento autonomo a gas metano. Contenute spese di gestione. Posto auto €. 5.000,00 e grande box a partire da €. 14.000,00

  • Via Monte Rosa, Oleggio Castello

    Casa indipendente

    • G
    • 220 m2
    • 5  Locali
    • 2  Bagni

    115.000

    Nel centro di Oleggio Castello, comoda per tutti i servizi, ottima soluzione indipendente disposta su due livelli. L'immobile, con giardino privato di circa 350 mq, è composto da ampia autorimessa di 40 mq e magazzino/laboratorio di 80 mq oltre ripostiglio al piano terra, quattro locali più cucina, servizio e ripostiglio al primo piano. La casa si completa di ampia cantina di circa 40 mq al piano interrato. L'immobile è completamente da ristrutturare. ARONA Seguite gli aggiornamenti in tempo reale anche sulla nostra pagina Facebook "Professionecasa Arona" mettendo MI PIACE sulla pagina. Trovate tutte le nostre proposte immobiliari al sito ------> http://www.professionecasa.it/agenzia-immobiliare/arona/454.html La città di Arona è situata sulla sponda piemontese del lago Maggiore ed è attraversata dal torrente Vevera, che qui sfocia nel lago. All'intorno si estendono i bassi rilievi collinari di origine morenica (chiamati "motti"), inglobati nel Parco naturale dei Lagoni di Mercurago dove, nel 1860, venne individuato il primo insediamento palafitticolo rinvenuto in Italia. Anche la maggior parte del territorio comunale è di tipo collinare, con altitudini che vanno progressivamente degradando da nord verso sud (e da ovest verso est nel centro abitato) dai 513 m di Motto Mirabello (presso la frazione Dagnente) fino ai 195 m in riva al lago. I rilievi collinari sono in genere ricoperti da boschi che occupano oltre la metà del territorio aronese, sul 33% della superficie si stendono le aree urbanizzate e sul 9% prati o pascoli; percentuali minori sono destinate a parchi, giardini e aree verdi sportive (2,3%), orti, frutteti, vivai e vigneti (1,7%), incolti erbacei (1%) e seminativi (0,4%).[5] La prima documentazione scritta che conferma l'esistenza di una località socialmente organizzata chiamata Arona risale al 979: si tratta di un'attestazione che consente di individuare tale data solo per induzione, tant'è che alcuni storici sostengono invece che si tratti del 963. In ogni caso la presenza dell'uomo in questa parte meridionale del Lago Maggiore è confermata ben più addietro nel tempo e risale alla preistoria; in località Lagoni infatti, presso la frazione di Mercurago, furono rinvenuti nel 1860 un insediamento palafitticolo risalente all'età del bronzo (attivo dal XVIII al XIII secolo a.C.) e, nel 1971-1972, una necropoli golasecchiana della fine del VI - inizi del V secolo a.C. Tracce umane sono documentate anche nella torbiera di Motto San Carlo, nella quale è stata rinvenuta una punta di freccia risalente al Neolitico e l'unico oggetto dell'Età del Rame. Dei reperti lignei estratti nell'Ottocento, come i resti di tre ruote che giravano in folle sopra un asse centrale ed erano dotate di rudimentali raggi non concentrici e quelli di una piroga scavata in un tronco d'albero, restano solo i calchi in gesso.

  • Via Monte Zeda, Dormelletto

    Villa

    • D
    • 250 m2
    • 8  Locali
    • 5  Bagni

    590.000

    In zona residenziale, di sole villette indipendenti, proponiamo Villa singola di ampia metratura composta da due appartamenti indipendenti ma comunicanti tramite scala interna alla villa che collega direttamente i box ed il piano seminterrato al piano terreno e alla mansarda. L'immobile si compone di ingresso diretto da giardino piantumato, in parte ad uso orto, di circa 600 mq; Il piano terra presenta un ampio e luminoso salone con doppia esposizione, una cucina abitabile, tre spaziose camere di cui una con bagno en suite, un altro bagno ed un ripostiglio. Al primo ed ultimo piano mansardato, con un'altezza media di oltre 3 metri, troviamo un altro stupendo appartamento con travi a vista, si compone di ampio soggiorno con camino termoventilato avente cappa in rame, il quale contribuisce sensibilmente a minimizzare i costi di riscaldamento dell'abitazione, una spaziosa cucina abitabile a vista con uscita su un balcone coperto; nella zona notte si trovano un ripostiglio, due camere spaziose ed un bagno con doccia, oltre alla camera matrimoniale principale con bagno en suite completo di vasca idromassaggio. Tutte le camere sono finestrate, con serramenti in legno e doppio vetro di alta qualità. Il piano seminterrato è composto da un'ampia taverna con camino, locale caldaia, cantina, lavanderia e bagno, oltre ad ampio box doppio e secondo box singolo con accessi separati. Il piano seminterrato è caratterizzato da un isolamento con doppie fondamenta e corridoio di passaggio intorno ai muri perimetrali, per migliorare ulteriormente la coibentazione della casa dal freddo e dall'umidità del terreno. Gli impianti sono totalmente indipendenti, sia quelli di riscaldamento, che gli impianti di antifurto e satellitare di cui la villa è dotata. L'uscita dai box auto si trova dalla parte di giardino pavimentata in pietra, e servita da cancello elettrico. Come da Piano comunale approvato, si prevede nell'anno 2019 l'arrivo della fibra ottica e del rifacimento del manto stradale della strada di accesso alla villa. L'area è inoltre videosorvegliata.

  • Via Carducci, Arona

    Villa a schiera

    • 144 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    228.000

    In zona residenziale, a soli 10 minuti a piedi dal centro, graziosa villetta a schiera senza spese condominiali. L'immobile, dotato di ingresso indipendente sul giardinetto privato, si compone di ampio e luminoso soggiorno con cucina a vista e bagno al piano terra, al primo piano troviamo una camera spaziosa con balcone ed un altro locale sottotetto di circa 30 mq, all'ultimo piano con tetto a vista si trova un'altra camera ed un ripostiglio/studio. Il piano seminterrato è composto da locale cantina/tavernetta, un locale caldaia e lavanderia ed un ampio box di circa 30 mq. Ottima soluzione per chi cerca la privacy e gli spazi della casa indipendente, ma con minimi costi e tempi di manutenzione.

  • Via Monte Pasubio, Oleggio Castello

    Quadrilocale

    • D
    • 110 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    155.000

    A pochi passi dal centro di Oleggio castello, comodo per negozi e servizi, proponiamo ampio appartamento posto all'ultimo piano di graziosa palazzina. L'immobile si compone di spazioso soggiorno con tripla porta finestra su una delle due balconate, cucina abitabile, camera matrimoniale con affaccio sul secondo balcone, due camere singole, bagno principale con vasca e bagno di servizio/lavanderia. Si completa di box doppio di 32 mq e cantina. Circondata da grazioso cortile condominiale. ARONA Seguite gli aggiornamenti in tempo reale anche sulla nostra pagina Facebook "Professionecasa Arona" mettendo MI PIACE sulla pagina. Trovate tutte le nostre proposte immobiliari al sito ------> http://www.professionecasa.it/agenzia-immobiliare/arona/454.html La città di Arona è situata sulla sponda piemontese del lago Maggiore ed è attraversata dal torrente Vevera, che qui sfocia nel lago. All'intorno si estendono i bassi rilievi collinari di origine morenica (chiamati "motti"), inglobati nel Parco naturale dei Lagoni di Mercurago dove, nel 1860, venne individuato il primo insediamento palafitticolo rinvenuto in Italia. Anche la maggior parte del territorio comunale è di tipo collinare, con altitudini che vanno progressivamente degradando da nord verso sud (e da ovest verso est nel centro abitato) dai 513 m di Motto Mirabello (presso la frazione Dagnente) fino ai 195 m in riva al lago. I rilievi collinari sono in genere ricoperti da boschi che occupano oltre la metà del territorio aronese, sul 33% della superficie si stendono le aree urbanizzate e sul 9% prati o pascoli; percentuali minori sono destinate a parchi, giardini e aree verdi sportive (2,3%), orti, frutteti, vivai e vigneti (1,7%), incolti erbacei (1%) e seminativi (0,4%).[5] La prima documentazione scritta che conferma l'esistenza di una località socialmente organizzata chiamata Arona risale al 979: si tratta di un'attestazione che consente di individuare tale data solo per induzione, tant'è che alcuni storici sostengono invece che si tratti del 963. In ogni caso la presenza dell'uomo in questa parte meridionale del Lago Maggiore è confermata ben più addietro nel tempo e risale alla preistoria; in località Lagoni infatti, presso la frazione di Mercurago, furono rinvenuti nel 1860 un insediamento palafitticolo risalente all'età del bronzo (attivo dal XVIII al XIII secolo a.C.) e, nel 1971-1972, una necropoli golasecchiana della fine del VI - inizi del V secolo a.C. Tracce umane sono documentate anche nella torbiera di Motto San Carlo, nella quale è stata rinvenuta una punta di freccia risalente al Neolitico e l'unico oggetto dell'Età del Rame. Dei reperti lignei estratti nell'Ottocento, come i resti di tre ruote che giravano in folle sopra un asse centrale ed erano dotate di rudimentali raggi non concentrici e quelli di una piroga scavata in un tronco d'albero, restano solo i calchi in gesso.

  • Via San Bernardino da Siena 12, Novara

    Quadrilocale

    • 125 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    107.000

    Novara. Centro. In zona molto tranquilla comoda ai servizi e a pochi passi dal centro storico proponiamo in vendita appartamento sito al piano rialzato di una palazzina signorile, di 125 mq c.ca composto da ingresso, ampio soggirono, cucina abitabile, tre camere da letto, ripostiglio, due bagni, soffitta e giardino ad uso esclusivo. L'appartamento è stato completamente ristrutturato con finiture di pregio. Il riscaldamento è centralizzato con le termovalvole. Nessun lavoro condominiale. Per informazioni chiamate o mandate un messaggio al 345 6149560

  • Via Vittorio Veneto, Arona

    Villa

    • A+
    • 134 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    320.000

    In zona residenziale, vicino al centro città, proponiamo ULTIMA soluzione di villetta a schiera di testa, nuova ed esclusiva costruzione dalle alte perfomance energetiche. La villetta si compone di ingresso, ampio soggiorno con cucina separata o a vista, bagno con box doccia, portico con giardino esclusivo di circa 120 mq, al piano terreno. Tre camere, bagno, balcone e grande terrazzo. Box doppio di 37 mq. Le costruzioni sono in classe A, riscaldamento a pavimento con sistema ibrido associato alla pompa di calore, impianto fotovoltaico di almeno 1 Kwatt. Inoltre, già prevista da capitolato, la VMC (cioè la ventilazione meccanica controllata) che rende gli ambienti perfettamente salubri. MERAVIGLIOSI! Disponiamo anche di appartamenti e villette indipendenti più grandi all'interno dello stesso cantiere. Prezzi a partire da €. 160'000,00

  • Via San Luigi, Arona

    Trilocale

    • E
    • 85 m2
    • 3  Locali
    • 2  Bagni

    220.000

    In complesso residenziale di recente costruzione, a pochi passi dal centro, grazioso trilocale con giardinetto privato. L'appartamento si compone di ingresso con porta blindata e videocitofono, soggiorno con cucina a vista e doppia porta finestra con affaccio su terrazzo coperto e piccolo giardino privato, disimpegno, due camere da letto con secondo terrazzo e doppi servizi. L'immobile si completa di cantina e box. Il riscaldamento è autonomo! Con predisposizioni per sistema di allarme e condizionamento. ARONA Seguite gli aggiornamenti in tempo reale anche sulla nostra pagina Facebook "Professionecasa Arona" mettendo MI PIACE sulla pagina. Trovate tutte le nostre proposte immobiliari al sito ------> http://www.professionecasa.it/agenzia-immobiliare/arona/454.html La città di Arona è situata sulla sponda piemontese del lago Maggiore ed è attraversata dal torrente Vevera, che qui sfocia nel lago. All'intorno si estendono i bassi rilievi collinari di origine morenica (chiamati "motti"), inglobati nel Parco naturale dei Lagoni di Mercurago dove, nel 1860, venne individuato il primo insediamento palafitticolo rinvenuto in Italia. Anche la maggior parte del territorio comunale è di tipo collinare, con altitudini che vanno progressivamente degradando da nord verso sud (e da ovest verso est nel centro abitato) dai 513 m di Motto Mirabello (presso la frazione Dagnente) fino ai 195 m in riva al lago. I rilievi collinari sono in genere ricoperti da boschi che occupano oltre la metà del territorio aronese, sul 33% della superficie si stendono le aree urbanizzate e sul 9% prati o pascoli; percentuali minori sono destinate a parchi, giardini e aree verdi sportive (2,3%), orti, frutteti, vivai e vigneti (1,7%), incolti erbacei (1%) e seminativi (0,4%).[5] La prima documentazione scritta che conferma l'esistenza di una località socialmente organizzata chiamata Arona risale al 979: si tratta di un'attestazione che consente di individuare tale data solo per induzione, tant'è che alcuni storici sostengono invece che si tratti del 963. In ogni caso la presenza dell'uomo in questa parte meridionale del Lago Maggiore è confermata ben più addietro nel tempo e risale alla preistoria; in località Lagoni infatti, presso la frazione di Mercurago, furono rinvenuti nel 1860 un insediamento palafitticolo risalente all'età del bronzo (attivo dal XVIII al XIII secolo a.C.) e, nel 1971-1972, una necropoli golasecchiana della fine del VI - inizi del V secolo a.C. Tracce umane sono documentate anche nella torbiera di Motto San Carlo, nella quale è stata rinvenuta una punta di freccia risalente al Neolitico e l'unico oggetto dell'Età del Rame. Dei reperti lignei estratti nell'Ottocento, come i resti di tre ruote che giravano in folle sopra un asse centrale ed erano dotate di rudimentali raggi non concentrici e quelli di una piroga scavata in un tronco d'albero, restano solo i calchi in gesso.

  • Via Lazzaretto, Borgo Ticino

    Villa

    • D
    • 300 m2
    • 6  Locali
    • 3  Bagni

    420.000

    Siete amanti della natura e volete godere della tranquillità nella privacy totale? Questa è la villa che fa per voi.. Immersa in uno splendido giardino di 5'000 mq, questa villa di circa 300 mq è disposta su due livelli e composta da due appartamenti indipendenti. Al piano seminterrato troviamo un ampio salone con camino, cucina, due camere, bagno, ripostiglio e locali tecnici, oltre ad un'autorimessa quadrupla. Al piano primo si sviluppa un ampio salone con camino, cucina living, due ampie camere e due bagni, oltre a stupendo terrazzo e porticato coperto.

  • Via Mottarone, Arona

    Quadrilocale

    • G
    • 110 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    129.000

    In caseggiato di sole 5 unità, in zona tranquilla ma ben servita, proponiamo interessante appartamento composto da: ingresso indipendente, soggiorno con balconcino, cucinotto, sala da pranzo, 3 camere (con balconcino), doppi servizi e ripostiglio/locale caldaia. Inoltre la proprietà comprende una porzione di orto di circa 50 mq, un box auto, posto auto scoperto, piccolo locale cantina e porzione di sottotetto. Il riscaldamento è autonomo, non ci sono spese di condominio. ARONA Seguite gli aggiornamenti in tempo reale anche sulla nostra pagina Facebook "Professionecasa Arona" mettendo MI PIACE sulla pagina. Trovate tutte le nostre proposte immobiliari al sito ------> http://www.professionecasa.it/agenzia-immobiliare/arona/454.html La città di Arona è situata sulla sponda piemontese del lago Maggiore ed è attraversata dal torrente Vevera, che qui sfocia nel lago. All'intorno si estendono i bassi rilievi collinari di origine morenica (chiamati "motti"), inglobati nel Parco naturale dei Lagoni di Mercurago dove, nel 1860, venne individuato il primo insediamento palafitticolo rinvenuto in Italia. Anche la maggior parte del territorio comunale è di tipo collinare, con altitudini che vanno progressivamente degradando da nord verso sud (e da ovest verso est nel centro abitato) dai 513 m di Motto Mirabello (presso la frazione Dagnente) fino ai 195 m in riva al lago. I rilievi collinari sono in genere ricoperti da boschi che occupano oltre la metà del territorio aronese, sul 33% della superficie si stendono le aree urbanizzate e sul 9% prati o pascoli; percentuali minori sono destinate a parchi, giardini e aree verdi sportive (2,3%), orti, frutteti, vivai e vigneti (1,7%), incolti erbacei (1%) e seminativi (0,4%).[5] La prima documentazione scritta che conferma l'esistenza di una località socialmente organizzata chiamata Arona risale al 979: si tratta di un'attestazione che consente di individuare tale data solo per induzione, tant'è che alcuni storici sostengono invece che si tratti del 963. In ogni caso la presenza dell'uomo in questa parte meridionale del Lago Maggiore è confermata ben più addietro nel tempo e risale alla preistoria; in località Lagoni infatti, presso la frazione di Mercurago, furono rinvenuti nel 1860 un insediamento palafitticolo risalente all'età del bronzo (attivo dal XVIII al XIII secolo a.C.) e, nel 1971-1972, una necropoli golasecchiana della fine del VI - inizi del V secolo a.C. Tracce umane sono documentate anche nella torbiera di Motto San Carlo, nella quale è stata rinvenuta una punta di freccia risalente al Neolitico e l'unico oggetto dell'Età del Rame. Dei reperti lignei estratti nell'Ottocento, come i resti di tre ruote che giravano in folle sopra un asse centrale ed erano dotate di rudimentali raggi non concentrici e quelli di una piroga scavata in un tronco d'albero, restano solo i calchi in gesso.

ADWORDS_PREMIUM_LISTING_SALE
ADWORDS_PREMIUM_LISTING_TOP_SALE