Visualizza come
  • Icona filtri disattivata Filtri
  • Icona ordinamento
  • Via Giordano Bruno in Napoli

    Bilocale

    • G
    • 70 m2
    • 2  Locali
    • 1  Bagno

    390.000

    GRIMALDI IMMOBILIARE VOMERO ALTO - Propone in vendita appartamento di circa 70 mq, da ristrutturare. Gli ambienti sono così distribuiti: ingresso, soggiorno, cucina, camera da letto, servizio e 2 balconi di cui uno con affaccio sulla strada principale . La proprietà occupa il terzo piano di un edificio d'epoca, con ascensore, nelle ad. Di P.zza S. Nazzaro, più precisamente in Via Giordano Bruno. Il prezzo richiesto per la vendita è di € 390.000,00 (Euro Trecentonovantamila/00). Classe Energetica G (180 kWh/mqa). #iorestoacasa Tenuto conto della diffusione del COVID-19 al fine di rispettare civilmente le regole dettate dal Dpcm dell' 8 marzo 2020, comunichiamo, al fine di tutelare la nostra e la vostra salute, la sospensione del ricevimento in ufficio e la sospensione degli appuntamenti per visionare gli immobili fino a nuove disposizioni. Continueremo a lavorare in Smart working resteranno attive le nostre linee telefoniche e i nostri social. Per qualsiasi informazione e/o comunicazioni potete contattarci telefonicamente ai numeri al 081.18272241 o al 351.0083098 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30; il sabato dalle 9.00 alle 13.00 e tramite email napoli.vomeroalto@grimaldifranchising.it INSIEME CE LA FAREMO! Metti ''mi piace'' alla nostra pagine di Facebook e sarai aggiornato sulle nostre proposte immobiliari: AgenziaGrimaldiVomeroAlto, inoltre puoi seguici su Instagram: Grimaldi_Vomeroalto. Scegli la casa adatta a te, avrai la soluzione alle tue esigenze con un semplice "click".Invia la tua richiesta, sarà premura del nostro personale qualificato sottoporti le migliori offerte selezionate in base alle tue esigenze. Sito dell’agenzia: napolivomeroalto.grimaldifranchising.it

  • Centro Direzionale . in Napoli

    Trilocale

    • G
    • 72 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagno

    173.000

    CENTRO DIREZIONALE – TORRE GIULIA – Proponiamo in vendita appartamento mq 72 commerrciali (di cui interni mq 60 ed esterni mq 18 composto da : ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera, cameretta, bagno, terrazzo a livello panoramico, posto auto. L’immobile si presenta in buone condizioni, dotato di climatizzazione freddo-caldo. Il centro direzionale di Napoli (o CDN) è l'insieme di quei moderni grattacieli che, sorti nel quartiere Poggioreale, a ridosso della stazione di Napoli Centrale, costituiscono un'intera cittadella. Progettato dall'architetto giapponese Kenzo Tange, l'intero complesso è stato completato nel 1995. È il primo cluster di grattacieli ad essere stato realizzato in Italia e in Europa meridionale. Le origini del centro risalgono alla metà degli anni sessanta, quando il Comune di Napoli individuò un'area industriale dismessa, dell'estensione di circa 110 ettari, per la costruzione di un nuovo quartiere da adibire prevalentemente ad uso uffici; ciò anche nell'intento dichiarato di decongestionare il traffico del centro cittadino. Dopo numerosi progetti, nessuno dei quali definitivamente approvato, nel 1982 il tutto venne affidato al famoso architetto giapponese Kenzo Tange. Circa tre anni dopo la presentazione del suo progetto, si avviarono i cantieri. La costruzione dei grattacieli venne affidata ad architetti di fama internazionale: tra gli altri, Renzo Piano disegnò il palazzetto dell'Olivetti, Massimo Pica Ciamarra, affiancato da un team di architetti qualificati, si occupò delle due Torri ENEL, e Nicola Pagliara progettò le Torri del Banco di Napoli oltre che il Palazzo dell'Edilres. La realizzazione è stata ad opera dalla società Mededil S.p.A., gruppo IRI-Italstat. Il complesso è situato a Napoli tra la stazione centrale, lato Vicaria, e piazza Nazionale. Sebbene la struttura rientri interamente nel quartiere Poggioreale, al suo interno è presente un commissariato di Polizia di Stato denominato "Vasto - Arenaccia". Il centro è accessibile da via Giovanni Porzio, una strada che va dal corso Malta al corso Meridionale, facendo angolo con questo e via Taddeo da Sessa: questo è l'ingresso principale della cittadella, tant'è che l'indirizzo più utilizzato per la corrispondenza è «via Giovanni Porzio, 4», sebbene questo numero civico sembri essere arbitrario, dato che non è segnato da nessuna parte e prima del Centro direzionale sul medesimo lato della strada non vi sia niente, dato che il centro stesso fa direttamente angolo con via Taddeo da Sessa, prolungamento del corso Meridionale, da cui è disponibile un'altra rampa d'accesso, attraverso un sottopassaggio. Altri accessi sono disponibili da via Francesco Lauria, via Domenico Aulisio, via Costantino Grimaldi, piazza Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (già piazza Enrico Cenni, risultante ancora così nello stradario del Comune di Napoli nonostante il cambio della targa[4]), via Serafin

  • Via Settembrini 61 in Napoli

    Appartamento

    • G
    • 130 m2
    • 5  Locali
    • 2  Bagni

    380.000

    “IDEALE PENTALOCALE CENTRO STORICO” A 4 minuti a piedi da Piazza Cavour e più precisamente in Via Settembrini in stabile d’epoca con di recente ristrutturazione Appartamento mq 130 c.a. commerciali sito al piano 5° con ascensore, composto da : ingresso, salone, 4 camere, cucina, doppio servizio, 4 balconi, doppia esposizione , riscaldamento autonomo. Sia la doppia esposizione che il piano alto lo rendono molto luminoso. Buoni motivi per l’acquisto di questo immobile: - vicinanza ai mezzi di trasporto quali 2 linee metropolitane di Piazza Cavour; - stabile d’epoca ristrutturato; - piano alto con ascensore; - logistica perfetta. Trasporti pubblici: ben servito da trasporti pubblici, 2 metropolitane con servizio ferroviario Napoli- Salerno e circumvesuviano. Posizione centrale: raggiungibile a piedi in 15 minuti stazione centrale, ed a 2 minuti in piazza Cavour ove esiste stazione taxi ( aeroporto dista circa 15 minuti ). Ristoro: Supermercati, ristoranti, pizzerie, pranzi da asporto e consegne a domicilio. Istruzione: raggiungibile in 15 minuti a piedi scuole pubbliche e private dalla primaria alle superiori, Università private, Federico II e Orientale. Musei: dai 10 a 15 minuti a piedi: Nazionale, Archeologico, Madre, Diocesano, Museo del Tesoro di San Gennaro a 20 minuti a piedi, Museo delle fontanelle e Catacombe di San Gennaro. Posizione in breve: Posizione strategica, stazioni metropolitane di Piazza Cavour Linea 1 e Linea 2 che collegano molto velocemente tutta la città (es. 1 sola fermata dalla Stazione Centrale Garibaldi), ben servito anche da pullman. Centro storico in prossimità di Musei (es. Nazionale, Madre ecc), Università (es. Medicina, Accademia delle belle arti, Veterinaria, Policlinico, Orientale, Lingue, Conservatorio, Federico II, Seconda Università della Campania ecc) e Teatri (es. Totò, San Carlo ecc) Piazza Camillo Benso Conte di Cavour, comunemente detta piazza Cavour (e anticamente nota come Largo delle Pigne) è una piazza del centro storico di Napoli, situata tra i quartieri Stella e San Lorenzo. La piazza, nella quale sboccano tra le varie strade via Foria e via Costantinopoli e a brevissima distanza dal Museo Archeologico Nazionale, è costituita per grandissima parte da giardini che occupano in lunghezza tutta la parte centrale, inglobando le due stazioni della metropolitana poste ai limiti laterali della piazza e la fontana del Tritone. A est si allarga il Museo Archeologico Nazionale ed a sud, invece, vi è l'antica porta onoraria della città, unica delle quattro che ha conservato nel corso del tempo l'affresco di Mattia Preti voluto per la fine della peste del 1656, ovvero la Porta San Gennaro. In loco si ergono numerosi edifici storici: a sud, prima della porta la chiesa di Santa Maria delle Grazie a Piazza Cavour e il palazzo Montemajor mentre a nord, a fianco a via Stella, la chiesa di Santa Maria del Rosario alle Pigne. Inoltratisi nella porta è da citare la chiesa del Gesù delle Monache, che doveva diventare il pantheon della famiglia reale aragonese, ormai emarginata con la costituzione del viceregno. Sul lato nord insiste dietro una comune porta l'ingresso ad una grande cava, in passato resa visitabile. La piazza, alle cui spalle vi è l'accesso del rione Sanità, presenta una targa commemorativa posta presso la stazione Museo che ricorda Antonio De Curtis (in arte Totò) il quale, proprio nell'adiacente rione, nacque e crebbe.

  • Via Polveriera 38 in Napoli

    Trilocale

    • G
    • 82 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagno

    190.000

    “TRILOCALE PERFETTO PER OGNI ESIGENZA” A 10 minuti a piedi dalle linee 1 e 2 delle metropolitane e stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi – e più precisamente in via Polveriera 38 – proponiamo in vendita in stabile d’epoca a ringhiera, custodito con ascensore, appartamento di mq 82 c.a. commerciali di cui 74 mq c.a. interni e 2 mq esterni. L’appartamento è attualmente composto da ingresso, 3 vani, cucina e servizio, si presenta in buone condizioni generali, la doppia esposizione ed il piano medio lo rendono molto luminoso. Inoltre la sua forma regolare geometrica e l’inesistenza nel suo interno di mura portanti lo rendono duttile a qualsiasi esigenza di ridistribuzione degli spazi interni. Buoni motivi per l’acquisto di questo immobile: - Vicinanza ai mezzi di trasporto; - duttilità nella ridistribuzione degli spazi ove necessario; - piano medio con ascensore; - doppia esposizione; - stabile con custode. Piazza Garibaldi è una piazza di Napoli situata a limite dei quartieri Pendino, Mercato, San Lorenzo e Vicaria. È una delle piazze più importanti e affollate della città in quanto dal 1866 si affaccia su di essa la stazione Napoli centrale (terza in Italia per traffico passeggeri), nonché una stazione della linea 1, linea 2 e della Circumvesuviana. La piazza nasce dopo l'Unità d'Italia, con il collocamento del nuovo scalo ferroviario lungo la strada dei fossi (attuale corso Garibaldi). Dapprima fu chiamata piazza della stazione o della Ferrovia (e ancora oggi la popolazione usa chiamarla 'a ferrovia) fino al 1891 quando Giuseppe Saredo, allora Regio Commissario, deliberò che si chiamasse piazza dell'Unità Italiana.[1] Al centro della piazza (oggi sul lato sinistro dopo il suo allargamento) fu inaugurata nel 1904 la statua di Giuseppe Garibaldi, opera di Cesare Zocchi, la cui realizzazione è legata all'esaltazione, promossa nei primi anni del regno sabaudo, dei principali artefici dell'unità d'Italia. Da allora la piazza fu dedicata all'eroe dei due mondi. La vecchia piazza Garibaldi Il vecchio fabbricato viaggiatori. Veduta aerea di piazza Garibaldi quando vi era ancora la vecchia stazione. Si notino le dimensioni della piazza, decisamente più piccole rispetto all'odierna. L'attuale assetto risale agli inizi anni sessanta del Novecento, quando la vecchia stazione fu demolita e ricostruita in posizione più arretrata; di conseguenza, la piazza fu notevolmente ingrandita e nel suo sottosuolo fu ricostruito lo scalo di Napoli Piazza Garibaldi (attivo sin dal 1925); l'odierna stazione venne completata nel 1960. La nuova piazza tuttavia fu concepita esclusivamente per gestire il crescente traffico automobilistico e fu occupata al centro dalla cosiddetta proboscide che partiva dalla copertura della stazione: una grande pensilina per accogliere lo stazionamento degli autobus, demolita alla fine dell'anno 2000. La piazza è inoltre sede di un nodo di interscambio non solo ferroviario, ma anche su gomma, tranviario, filoviario e di linee autobus urbane ed extra-urbane. Vi sono ben 2 stazionamenti taxi, uno stazionamento per autobus urbani, uno stazionamento per autobus extraurbani, varie fermate autobus ed un parcheggio di interscambio RFI. Cartolina della piazza, risalente al 1971, con lo sfondo del Vesuvio. Tra le opere architettoniche principali vi sono la stazione centrale, costruita da Pierluigi Nervi, Bruno Zevi ed altri architetti entro il 1960 (con il suo famoso «tetto a piramide» e, sulla sinistra, il grattacielo delle FF.SS.), la stazione della linea 1 della metropolitana con l'imponente galleria commerciale ipogea ad opera di Dominique Perrault, la statua intitolata a Giuseppe Garibaldi oltre a palazzi neoclassici e liberty molti dei quali sede di vari alberghi, bed and breakfast, ostelli e pensioni.

  • Via Toscano 31 in Napoli

    Trilocale

    • G
    • 72 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagno

    110.000

    “GRAZIOSO TRILOCALE ABITABILE DA SUBITO” A 800 mt 8 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria, metropolitana linea 1 e 2, circumvesuviana di Piazza Garibaldi e dal porto, e più precisamente in Via Antonio Toscano, proponiamo in vendita, appartamento di mq 72 commerciali, in stabile d’epoca posto al piano quarto senza ascensore, composto da ingresso, cucina living, 2 camere, piccola cameretta cieca o cabina armadio, bagno. L’immobile è dotato di 1 balcone alla romana e finestre in ogni ambiente ad eccezione di una piccola cameretta adiacente ad una delle camere. L’appartamento di presenta in ottime condizioni. Buoni motivi per l’acquisto di questo immobile: - mutuabile; - logisticamente perfetto, vicinanza alle metropolitane/ferrovia, al porto e all’autostrada; - chiavi in mano, in quanto è pronto per essere abitato. Cenni storici: Via Marina, o più precisamente Via Nuova Marina, è una strada storica di Napoli che scorre a sud dei quartieri Porto e Pendino. È una delle tante strade che costituiscono la via litoranea di Napoli. Nasce dall'incrocio tra via Cristoforo Colombo e via Alcide De Gasperi e termina poco prima dell'incrocio con il corso Garibaldi e il ponte dei francesi, dove assume la denominazione di via Alessandro Volta. Punto nevralgico della viabilità cittadina, è il collegamento più veloce tra il porto e il centro cittadino con la zona est, nonché con l'accesso più vicino alle autostrade.

  • Via Braecce a S. Erasmo 41 in Napoli

    Trilocale

    • G
    • 105 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagno

    135.000

    “AMPIO E COMODO TRILOCALE” A pochi passi da via Alessandro Volta e della più nota Via Nuova Marina e più precisamente in Via Sant’Erasmo – proponiamo in vendita appartamento mq 105 commerciali di cui mq 95 interni composto da : ingresso, cucina abitabile, 3 camere, bagno e ripostiglio. L’immobile si presenta in buone condizioni generali. A breve distanza troviamo il porto e ingresso autostrada. Inoltre a 1,5 km circa 15 minuti a piedi abbiamo la stazione di Piazza Garibaldi, che con le due linee metropolitane, la circumvesuviana e la stazione ferroviaria, possiamo arrivare ovunque. Tra i vari buono motivi per l’acquisto di questo immobile ne indico uno particolarmente importante, la riqualificazione di Via Alessandrto Volta, Amerigo Vespucci e Via Nuova Marina con le seguenti opere in corso di ultimazione: 1. la riconfigurazione e l'ampliamento dei marciapiedi; 2. la realizzazione di percorsi ciclabili; 3. l'ampliamento fino a 3 metri dei cordoli spartitraffico a delimitazione della sede tranviaria centrale, che saranno piantumati con nuove essenze arboree e sistemati a prato; 4. l'inserimento di elementi di arredo urbano e interventi di eliminazione delle barriere architettoniche con la realizzazione di 450 ml di percorsi tattili; 5. la ripavimentazione delle carreggiate per il traffico veicolare privato, dove i cubetti di porfido e i basolati saranno sostituiti da speciali asfalti ecologici. Le pavimentazioni lapidee di maggiore pregio, dopo la rimozione, saranno riutilizzati nel centro storico, per interventi già programmati e aggiudicati che partiranno nel mese di ottobre; 6. la corsia riservata, sede della linea tranviaria, sarà ripavimentata e sarà oggetto di interventi per l'innalzamento degli standard qualitativi e di sicurezza, mediante la risoluzione delle interferenze con il traffico su gomma, pubblico e privato, il riposizionamento delle fermate del trasporto pubblico e l'adeguamento delle banchine. In corrispondenza delle fermate saranno realizzate nuove pensiline più lunghe delle attuali e dotate di maggior confort per l'attesa del tram e filobus; 7. la realizzazione di 2 rotatorie, in corrispondenza di corso Arnaldo Lucci e di via Ponte della Maddalena. Particolare attenzione è stata dedicata alla progettazione dell'intersezione di via Marina con corso Arnaldo Lucci; 8. la rifunzionalizzazione dell'impianto fognario e dell'impianto di pubblica illuminazione; 9. l'eliminazione dei pali di sostegno della rete aerea di filobus e tram, che sarà appoggiata ai pali della pubblica illuminazione. L'intervento si completa con la realizzazione del prolungamento di via Ponte della Maddalena (altezza mercato ittico) fino a via Amerigo Vespucci e Piazza Duca degli Abruzzi, che sarà del tutto riqualificata con la realizzazione sia di aree pedonali che di stalli di sosta.

  • Via Camillo Cucca 12 in Napoli

    Trilocale

    • G
    • 60 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagno

    75.000

    Mergellina, a pochi passi dalla metropolitana e precisamente in Via Camillo Cucca, disponiamo di un appartamento in vendita di circa 60mq posto al 4°piano all'interno di un mini-condominio . La soluzione si presenta in discrete condizioni ed è disposta su 2 livelli collegati da una scala in legno costituiti: - al livello inferiore cucina abitabile e bagno, la zona notte è posta al piano superiore, il quale è stato realizzato successivamente ed è stata presentata una domanda di condono per la regolarizzazione del soppalco. La soluzione è ideale per investimento come attività ricettiva data la sua posizione centrale e la vicinanza al lungomare Caracciolo.

  • Via Consalvo 63/a in Napoli

    Bilocale

    • G
    • 40 m2
    • 2  Locali
    • 1  Bagno

    105.000

    Fuorigrotta, zona centrale che permette in poco tempo di raggiungere il cuore di Napoli, a pochi passi da Largo Lala e da Viale Augusto, precisamente nel primo tratto di via Consalvo, proponiamo in vendita graziosa soluzione, finemente ristrutturata e parzialmente arredata. L'immobile è posto ad un secondo piano in contesto signorile e tranquillo ed è composto da: ingresso in piccolo disimpegno, ampio soggiorno che dispone di angolo cottura e di un pratico divano letto che permette di ricavare ulteriori posti letto, camera da letto su soppalco rifinito con armadi a muro, bagno con vasca e piccolo ripostiglio. Molto arioso e soleggiato durante l'arco di tutta la giornata grazie agli alti finestroni.

  • Discesa Sanita' 26 in Napoli

    Trilocale

    • G
    • 80 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagno

    105.000

    Nelle immediate vicinanze di Via Santa Teresa degli Scalzi e di Piazza Sanità e precisamente in Discesa Sanità proponiamo in vendita all’ interno di un palazzo d’epoca in tufo servito da ascensore, un appartamento di circa 80 mq composto da: ingresso in disimpegno, cucinotto, sala da pranzo, camera da letto con finestra e con cabina armadio, cameretta con balcone e bagno con finestra. Il cespite si presenta da ristrutturare; è ideale sia per uso proprio sia per investimento grazie alla sua posizione centralissima. Per maggiori informazioni non esitare a contattare

  • Napoli

    Appartamento

    • G
    • 160 m2
    • 6  Locali
    • 2  Bagni

    365.000

    Capodimonte - in zona ben servita da attività commerciali di vario genere e dai mezzi di trasporto (metro Linea 1), precisamente in 'Via Emilio Scaglione', nel rinomato parco custodito "Parco Anna", contesto residenziale tranquillo e signorile, servito da servizio di portieraro e di vigilanza H24 - proponiamo in vendita - appartamento di 145 MQ INTERNI, posto al primo piano con TERRAZZO a livello di proprietà esclusiva di 100 MQ. L’immobile risulta così composto: ingresso in ampio soggiorno con cucina living, quattro camere da letto (di cui due con cabina armadio), doppi servizi e ripostiglio. L’appartamento gode di termoarredo a parete, vasca idromassaggio, impianto di climatizzazione e di tripla esposizione esterna. Posto auto.

  • Via Belvedere . in Napoli

    Appartamento

    • G
    • 155 m2
    • 5  Locali
    • 2  Bagni

    560.000

    Via Belvedere, nel cuore dell'ambito quartiere Vomero a due passi da Via Cilea e da una delle più importanti eleganti strade di Napoli quale via Alessandro Scarlatti, nonché collegata allo svincolo della tangenziale, alla metrò e alla funicolare con le quali è possibile comodamente spostarsi in tutte le aree della città senza subire lo stress del traffico e del parcheggio, disponiamo di un bellissimo appartamento di ampia quadratura con doppio ingresso e tripla esposizione. L'immobile è posto in uno stabile signorile in cemento armato, il cui stato manutenzione è ottimo.Le spese condominiali ordinarie ammontano ad € 75,00 ca. mensili. Il prezzo di vendita richiesto è pari ad € 560.000,00 (cinquecentosessantamila/00) Classe Energetica G (181 kWh/mqa) "Cenni Storici" E’ una delle vie più antiche del Vomero, forse è un tratto della “via per colles” di epoca romana che proveniva da Fuorigrotta – Santo Stefano per proseguire verso Antignano. In passato la zona era indicata come Villaggio Vomero oppure come Casale detto il Vomero e solo successivamente il nome Vomero è stato esteso al resto della collina, tant’è che fino a pochi anni fa i vomeresi chiamavano questa zona “il Vomero vecchio” (Le strade del Vomero di Antonio La Gala ed. Guida). Nella galleria immagini estratti dalla mappa del Duca di Noya che indica la via come “strada che porta al Vomero” La superficie del detto immobile misura ca. 150mq comm.li di cui 135mq interni articolati in un primo ingresso che da direttamente nell'ampio e confortevole salone doppio e di un secondo ingresso da cui si accede alla cucina abitabile, 3 camere da letto, tre bagni, lavanderia. L'immobile è accessoriato di tre ampie balconate, la cui superficie misura ca. 32mq, è posto ad un primo piano e gode di una ideale esposizione a Sud - Sud-Est - Sud-Ovest che assicura un livello di comfort e abitabilità, più elevato rispetto ad immobili posti ad un piano più alto con una esposizione diversa. Lo stato di manutenzione degli spazi interni si presenta in ottimo, fornito di riscaldamento autonomo e impianto di climatizzazione.

  • Via Eduardo Suarez 12 in Napoli

    Quadrilocale

    • G
    • 102 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    370.000

    Nella Centralissima Piazza Leonardo con accesso sia da Via Suarez che da Via Rampe Giancarlo Siani, proponiamo in vendita un appartamento posto al 4° e ultimo piano all'interno di uno stabile di cemento armato in buone condizioni. La soluzione di circa 100mq è composta da: ingresso, ampio soggiorno con camino con balcone e finestra che affacciano nel cortile interno del parco, corridoio, angolo cottura con ampia apertura sulla zona pranzo con balcone, 2 camere da letto di cui una con bagno privato con vasca, 2 ripostigli di cui uno a muro e servizio con doccia. L'appartamento si presenta in buone condizioni, gode di riscaldamento autonomo con termoarredi, è presente la controsoffittatura in tutta la casa con illuminazione attraverso i faretti, porte in legno a scrigno con vetri decorati, infissi in doppio vetro camera. La soluzione risulta molto luminosa grazie al piano alto ed alla doppia esposizione libera. Inoltre è presente una delibera condominiale per l'installazione dell'ascensore.

  • Via Sant'Antonio a Capodimonte 46 in Napoli

    Quadrilocale

    • G
    • 80 m2
    • 4  Locali
    • 1  Bagno

    249.000

    Parco Villa Teresa - Nelle Immediate adiacenze del Bosco di Capodimonte, in contesto signorile con servizio di vigilanza H24, proponiamo in vendita un appartamento posto al primo piano dopo il rialzato all'interno di una palazzina in cemento armato e risulta avere una quadratura interna di 80 mq cosi suddivisi: ingresso in salone con balcone, disimpegno, cucina abitabile, due camere da letto con finestra, bagno e vano lavanderia. L'esposizione doppia con ampie balconate conferisce a tutti gli ambienti un' ottima luminosità. L'immobile gode di due posti auto: uno scoperto in area condominiale e l'altro coperto all'interno di un garage comune. Completa la proprietà una cantina posta al piano seminterrato. La soluzione è visionabile tutti i giorni previo avviso telefonico.

  • Via Generale Francesco Pinto 53 in Napoli

    Quadrilocale

    • G
    • 90 m2
    • 4  Locali
    • 1  Bagno

    220.000

    Nelle immediate adiacenze di Piazza Carlo Terzo – e più precisamente in Via Generale Francesco Pinto – proponiamo in vendita in stabile di cemento armato con ascensore, appartamento di mq 90 commerciali di cui mq 78 interni e mq 14 esterni, composto da : ingresso, 3 camere, zona soggiorno, cucina, bagno, 2 balconi. L’immobile si presenta in buone condizioni generali. servizi: La zona è ben servita dai mezzi di trasporto, a 10 minuti sono raggiungibili le metropolitane di Piazza Cavour e Piazza Garibaldi dove si trova anche la stazione ferroviaria e la circumvesuviana, ingresso tangenziale e autostrada al corso malta a poca distanza, oltre a varie linee bus disponibili. Nella zona sono presenti oltre al centro commerciale Dodeca/Decathlon, esercizi commerciali di vario genere, uffici pubblici e privati, scuole materna, elementare, media, media superiore, università, a poca distanza si trova il Centro Direzionale, inoltre chiese etc. Cenni storici: L'Arenaccia è una zona della Quarta Municipalità di Napoli. Trae il nome da Via Arenaccia, strada che divide i quartieri di San Lorenzo e Vicaria, su cui si estende la zona. A sua volta la via trae il nome dalle arene che ospitava in tempi remoti, quando a causa di forti piogge si trasformava in un torrente fangoso. I confini est-ovest dell'Arenaccia sono rappresentati pressappoco da Piazza Carlo III e Corso Malta, mentre i confini nord-ovest sono rappresentati dall'inizio e dalla fine di via Arenaccia. Il rione venne realizzato con i lavori del risanamento, per espandere la città verso Poggioreale e verso Secondigliano. Un decreto regio del 25 luglio 1885 approvava infatti l'ampliamento in dieci rioni dell'abitato di Napoli (Arenaccia, Sant'Eframo Vecchio, Ottocalli, Ponti Rossi, Miradois, Materdei, Vomero-Arenella, Belvedere, prolungamento Rione Amedeo) e due rioni suburbani. Fra gli edifici notabili della zona vi sono il Real Albergo dei Poveri fatto costruire da Carlo III di Spagna (a cui è intitolata l'omonima piazza) e il Liceo Classico Giuseppe Garibaldi.

  • Via Pallonetto S. Lucia 131/a in Napoli

    Monolocale

    • G
    • 25 m2
    • 1  Locale
    • 1  Bagno

    45.000

    Chiaia - Via Pallonetto a S. Lucia, piccolo borgo alle spalle dell storico quartiere di S. Lucia, a 500mt da P.zza del Plebiscito e a 5 min a piedi dal Lungomare Santa Lucia, proponiamo in vendita monolocale di 24mq piano terra fronte strada. L'immobile si presenta in buono stato di manutenzione ed è articolato in camera, cucina semiabitabile, servizio e piccolo ripostiglio. La soluzione è particolarmente consigliata a chi vuole fare un acquisto uso investimento e ricollocare l'immobile sul mercato delle locazioni residenziali, oppure utilizzarlo per un'attività di casa vacanze/b&b. Classe Energetica G (180 kWh/mqa) CENNI STORICI 'O Pallonetto a Santa Lucia, sapete perchè si chiama così? "Il Pallonetto a Santa Lucia" è un piccolo borgo alle spalle dello storico quartiere di Santa Lucia situato alle pendici del Monte Echia e che si sviluppa sin quasi a Monte di Dio. Nato come luogo di abitazione di pescatori napoletani, è caratterizzato da una lunga scalinata con numerosi vicoletti senza luce né aria, tra case a cinque o sei piani, senza simmetria né stile: alcune con un balcone più basso e altre con uno più alto, alcune con due finestre molto vicine, altre con una finestra e un balcone. In seguito all’opera di bonifica dell’intera città durante il Rinascimento ottocentesco, il Pallonetto divenne un quartiere sollevato e isolato dalla città urbanizzata. L’intervento trasformò la panoramica via Santa Lucia in strada interna, sollevando un generale malcontento che vide marciare in prima linea intellettuali come Matilde Serao e Ferdinando Russo. Oggi il Pallonetto appare come un borgo caratterizzato da scale un po' particolari: alcuni gradini bassi e altri più alti, alcuni perfettamente lucidi, altri putridi, altri ancora integri e altri invece squarciati da crepe. Ragazzini che giocano a pallone e signore che nei “bassi” si nascondono dietro la tenda semichiusa della porta di casa o della finestra per avere l’illusione di non essere direttamente in strada, animano la vita del borgo. Ma da dove deriva il toponimo “pallonetto”? Per scoprirlo dobbiamo tornare al 1692, quando Carlo Celano ci lasciò testimonianza nella sua opera “Notizie del bello, dell'antico e del curioso della città di Napoli" di nuovo sport praticato all’epoca in una struttura a Piazza Bellini: il pallonetto, un gioco di origine basca e antico antenato della pelota moderna. Nato intorno agli inizi del XV secolo con lo scopo d'intrattenere la Corte Medicea, il gioco del pallonetto arrivò ben presto a Napoli dove si iniziò a praticare all'aria aperta, precisamente nei tre quartieri che oggi ne portano ancora il nome (Santa Chiara, San Liborio e Santa Lucia). Il “pallonetto” prevedeva l'utilizzo di piccole palline fatte a mano contenenti una pallina di piombo avvolta in gomma e lana con una copertura di cuoio, che doveva essere colpita dai giocatori con una mano nuda o guantata. Vista l'assenza di delimitazione nel campo gli edifici adiacenti, gli oggetti e talvolta gli spettatori venivano considerati in gioco che terminava nel momento in cui la palla smetteva di girare. Ad aver descritto minuziosamente gli aspetti più folcloristici e pittoreschi di questo antico e caratteristico borgo fu Giuseppe Marotta nelle sue opere più famose: “L’oro di Napoli” e il “Teatrino del Pallonetto”. In quest’ultimo narra le vicende di Don Vito Cacace, un personaggio che amava leggere il giornale agli abitanti analfabeti del luogo, per raccoglierne ed ascoltarne i pareri.

  • Via Nazionale 33 in Napoli

    Quadrilocale

    • G
    • 140 m2
    • 4  Locali
    • 2  Bagni

    225.000

    Via Nazionale, nelle immediate adiacenze di Piazza Nazionale, proponiamo in vendita in contesto signorile un appartamento di ampia quadratura posto al 1°piano all'interno di uno stabile d'epoca in ottime condizioni dotato di ascensore e servizio di portineria. La soluzione di 140 mq circa è composta da ingresso in disimpegno, camera adibita a studio con finestra con affaccio interno cortile, due camere con affaccio attraverso finestra e balcone su Via Bari, ampia cucina con doppi punti luce attraverso due balconi con affaccio su Via Bari e Via Nazionale, doppi servizi e ripostiglio. L'appartamento è situato in una zona ricca di attività commerciali, punti ristoro, scuole primarie e secondarie, inoltre è facilmente raggiungibile grazie all'immediata vicinanza dei mezzi pubblici quali: tram, autobus e vicinanza alla stazione centrale di Garibaldi oltre alla linea 1 e 2 della metropolitana e circumvesuviana che consente di raggiungere tutte le zone limitrofe e non solo in pochi minuti. Proprio per questo grande vantaggio l'immobile si presta per vari utilizzi.

  • Via Vincenzo Tiberio 14 in Napoli

    Appartamento

    • G
    • 145 m2
    • 5  Locali
    • 1  Bagno

    350.000

    P.co S. Paolo - in una delle zone più popolari del quartiere Fuorigrotta, a breve distanza dall'uscita della Tangenziale di Napoli e dove sono in via di realizzazione i lavori della metropolitana Linea 7 - proponiamo in vendita in stabile moderno con servizio di portierato e ascensore, immobile di 145mq comm.li 130 mq utili, posto al 6° piano non ultimo. L'immobile è attualmente accatastato e utilizzato come ufficio, ma può essere riaccatastato e utilizzato come civile abitazione. Fornito di doppio ingresso e accessoriato di ampie vetrate, l'immobile risulta essere estremamente luminoso con una ottima esposizione verso il lato flegreo: orientamento Sud-Ovest. Lo spazio esterno è rappresentato da un terrazzino di 5mq circa. L'appartamento è fornito di impianto di climatizzazione e le spese condominiali ammontano a circa € 100,00 mensili comprensive di oneri per il riscaldamento centralizzato. Il prezzo di vendita richiesto è pari ad € 350.000,00 (trecentocinquantamila/00). Classe Energetica G (180 kWh/mqa) CENNI STORICI Fuorigrotta (Forerotta in napoletano) è un quartiere della area occidentale di Napoli. Assieme al quartiere Bagnoli forma la X municipalità del comune di Napoli. Ha una superficie di 6,2 km². Con i suoi 76.521 residenti è il quartiere più popolato della città. Confina a ovest col quartiere Bagnoli, a nord con Soccavo, a nord-est col quartiere Vomero, a cui è collegata tramite via Michelangelo da Caravaggio, proseguendo per il Corso Europa, mentre svoltando per via Manzoni, ci si immette direttamente a nord del quartiere Posillipo, ed infine è collegata col quartiere Chiaia (seguendo le gallerie che passano sotto il quartiere Posillipo). Deve il suo nome alla sua posizione "al di fuori della grotta" (in latino foris cryptam) in riferimento al fatto che, sin dall'epoca romana, è collegata da una o più grotte al rione di Mergellina. La prima grotta, realizzata in epoca romana, è la Crypta Neapolitana, ancora visitabile nei tratti più esterni, ma non più percorribile per motivi di sicurezza, che collega Fuorigrotta con Piedigrotta, nei pressi della tomba di Virgilio. Era parte di un asse viario che collegava Napoli a Pozzuoli e l'area dei Campi Flegrei. Attualmente sono invece utilizzate la galleria Laziale e il tunnel delle IV Giornate. Lapide del XVIII secolo in via delle Legioni Rione Duca d'Aosta in via Leopardi Il portale in stile neobarocco all'ingresso del Rione Miraglia Fino all'epoca fascista è stato un quartiere schiettamente agricolo; in quel periodo furono effettuati notevoli interventi urbanistici che rivoluzionarono l'assetto del quartiere con la creazione del "Viale di Augusto" e della "Mostra d'Oltremare", sede dell'ente fieristico napoletano, l'ampliamento del Rione Duca d'Aosta (1926-29) e l'edificazione dell'attigua chiesa di Santa Maria Immacolata (1925-28), la costruzione del Rione Miraglia (1928-30).

  • Via Camillo De Nardis 23 in Napoli

    Appartamento

    • G
    • 145 m2
    • 5  Locali
    • 2  Bagni

    560.000

    Via C. De Nardis (Angolo Via Cilea) - Proponiamo in vendita appartamento all'ottavo piano e ultimo, in stabile con portiere e ascensore, di cui la superficie commerciale misura 145mq. L'immobile è ubicato in una arteria molto ricercata della centralissima via Francesco Cilea, infatti via C. De Nardis offre tranquillità e un isolamento acustico maggiore, a circa 500mt di distanza dalla Metropolitana Linea 1 Quattro Giornate e dalla tangenziale uscita Cilea. La superficie interna misura 125 mq utili distribuita in ingresso in ampio disimpegno, salone doppio, 3 camere, cucina abitabile, doppi servizi. L'immobile gode di una tripla esposizione sud-est-nord e lo spazio esterno è rappresentato da una ampia balconata angolare di 40mq utili. L'immobile si presenta in buono stato di manutenzione, ed è dotato di riscaldamento centralizzato con impianto ad aria con predisposizione al distacco per autonomo. Classe Energetica G (180kWh/mqa)

  • Vicoletto San Marco a Miradois 4bis in Napoli

    Trilocale

    • G
    • 70 m2
    • 3  Locali
    • 1  Bagno

    60.000

    “INTERESSANTE APPARTAMENTO PER INVESTIMENTO” A 9 minuti a piedi (900mt circa) da Piazza Cavour – e più precisamente in Salita Miradois – proniamo in vendita appartamento di mq 105 commerciali di cui mq 92 interni mq 5 esterni mq 12 cantinola pertinenziale. L’appartamento è ubicato al piano 3 senza ascensore di uno stabile d’epoca composto da : Ingresso, salone doppio, cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio, 5 balconi, cantinola. L’appartamento gode di una tripla esposizione per cui è molto luminoso. L’appartamento è attualmente locato ad un canone annuo di euro 5.484,00, il contratto di locazione ha un scadenza per fine locazione (2° quattro anni) prevista per il 3/6/2023. La logistica è interessante in quanto a 9 minuti vi sono le linee 1 e 2 delle metropolitane di Piazza Cavour. Miradois è il nome di un rilievo ed un rione di Napoli, nel quartiere di San Carlo all'Arena. Si tratta dell'erta su cui sorge l'Osservatorio astronomico di Capodimonte. Il rilievo fu nel secolo XVI chiamata "di Miradois" (nome che sussiste nella salita Miradois, che dai Miracoli si inerpica sulla collina di Capodimonte, parallela alla salita del Moiariello, che arriva all'osservatorio). Così era chiamata da una corruzione di voci spagnole Mira todos, perché da quel sito si ha il meraviglioso aspetto della città sottoposta de suoi colli a ponente e tutto il mare di fronte. Su questa collina, nell'entrata del detto secolo, il marchese Miradois reggente della gran Corte della Vicaria fece edificare un nobile palazzo ornato di statue nella corte e nei giardini; più tardi fu venduto a Capecelatro quindi alla famiglia d'Onofrio e da ultimo all'osservatorio astronomico.

  • Via Belvedere 208 in Napoli

    Appartamento

    • D
    • 160 m2
    • 6  Locali
    • 2  Bagni

    705.000

    Via Belvedere - In contesto residenziale, proponiamo in vendita ampio appartamento posto al 3° piano con vista mare. L'immobile si trova all'interno di un parco signorile e tranquillo, dove ogni condomino ha la facoltà di poter beneficiare di un posto auto fisso, uno a rotazione e ad uno o più posti moto. L'appartamento misura 140mq interni netti suddivisi in ingresso, salone, 5 camere, cucina, 2 bagni. Gli spazi esterni sonoinvece rappresentati, da una parte, da un terrazzino di circa 13mq, con esposizione Sud-Est, da cui si gode della vista di uno scorcio del Golfo di Napoli e sul lato opposto, da una balconata di circa 12mq. L'immobile è dotato di impianto di riscaldamento centralizzato, ha un'altezza di 3mt. e al suo interno sono presenti infissi in PVC , serrande elettriche e porte in legno. Il cespite recentemente è stato oggetto dei seguenti lavori di manutenzione: - opere di migliore distribuzione degli spazi interni; - ripristino impianto elettrico ed idraulico; - ripristino della pavimentazione e del rivestimento; - pitturazione totale. Il piano, la qualità degli infissi esterni, l'esposizione donano all'immobile un elevato livello di abitabilità, risparmio energetico ed un ottimo isolamento acustico. Completa la proprietà la presenza di una cantinola. Classe Energetica D (61,5690 kWh/mqa) "Cenni Storici" E’ una delle vie più antiche del Vomero, forse è un tratto della “via per colles” di epoca romana che proveniva da Fuorigrotta – Santo Stefano per proseguire verso Antignano. In passato la zona era indicata come Villaggio Vomero oppure come Casale detto il Vomero e solo successivamente il nome Vomero è stato esteso al resto della collina, tant’è che fino a pochi anni fa i vomeresi chiamavano questa zona “il Vomero vecchio” (Le strade del Vomero di Antonio La Gala ed. Guida). Nella galleria immagini estratti dalla mappa del Duca di Noya che indica la via come “strada che porta al Vomero”.

ADWORDS_PREMIUM_LISTING_SALE
ADWORDS_PREMIUM_LISTING_TOP_SALE