Il settore immobiliare si apre agli istituti di credito

Il settore immobiliare si apre agli istituti di credito

Mutuo, assicurazione e ristrutturazione della casa, tutto in uno e offerto dalla banca. In un futuro non molto lontano tutto questo potrebbe diventare realtà, grazie a una norma sulle società di ingegneria inserita nel ddl Concorrenza (ora all’esame del Senato) che potrebbe trasformarsi in un regalo alle banche. Negli ultimi anni gli istituti di credito stanno tentando di entrare nel mercato immobiliare, come dimostrano servizi come “Intesa San Paolo casa” e “Unicredit Subito Casa”. Oltre a erogare mutui per acquisti e ristrutturazioni, proporre polizze assicurative abbinate, la banca si fa agenzia immobiliare e in alcuni casi propone di assistere il cliente nella ristrutturazione, affidandosi a società esterne. Con una norma che il Partito democratico tentò di inserire nel decreto sulle banche popolari e che ora, insieme al governo, ha inserito nel ddl Concorrenza, però, da domani gli istituti di credito potrebbero dotarsi di proprie società di ingegneria, senza l’obbligo di iscrizione…
Leggi di più
Legge di stabilità: quali novità sul mondo degli immobili?

Legge di stabilità: quali novità sul mondo degli immobili?

La Legge di Stabilità 2016 investe anche il mondo immobiliare. Ecco, in sintesi, le principali novità. Sconto Imu a chi affitta con canone concordato. Agevolazione fiscale del 25% sull’IMU ai proprietari di immobili che affittano a canone concordato. Confermati i bonus ristrutturazione ed energia. Gli incentivi per le ristrutturazioni sono stati prorogati per un altro anno ancora (fino al 31 dicembre 2016). Le ristrutturazioni edilizie potranno essere detratte dall'Irpef per il 50%; mentre quelle legate al risparmio energetico saranno detratte per il 65%. Esenzione TASI. Via la TASI per le abitazioni lasciate da chi si separa all'ex coniuge, a patto che si sia proprietari di un solo immobile e anche per le abitazioni date in comodato d'uso ai figli. Affitti in nero. Sono state introdotte regole più stringenti per gli affitti.…
Leggi di più
Catasto: dai vani ai metri quadrati.

Catasto: dai vani ai metri quadrati.

I metri quadri fanno il loro ingresso nelle visure catastali. Per 57 milioni di immobili il «documento di riconoscimento» rilasciato dall’Agenzia delle Entrate conterrà nero su bianco anche il dato relativo ai metri quadri della superficie, oltre che quello sui vani. Si tratta di dati che fino ad ora erano visibili solo nelle applicazioni degli uffici, e che invece adesso saranno a disposizione di tutti gli utenti.  Che cosa cambia? Oltre ai dati identificativi dell’immobile (sezione urbana, foglio, particella, subalterno, Comune) e ai dati di classamento (zona censuaria ed eventuale microzona, categoria catastale, classe, consistenza, rendita), da oggi sarà riportata direttamente in visura anche la superficie catastale. È una semplificazione che riguarda circa appunto 57 milioni di unità immobiliari urbane a destinazione ordinaria, iscritte in catasto e corredate di planimetria.  I…
Leggi di più